Coprob, firmato l'accordo campagna 2013/2014

Aumentato a 49,80 il prezzo di riferimento delle bietole per i conferenti annata 2013

Questo articolo è stato pubblicato oltre 7 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

zucchero-zollette1.jpg

Il prezzo base di riferimento è stato elevato a 49,80 euro/t a 16°

Lo scorso 7 dicembre, la Confederazione generale dei bieticoltori italiani, Nuova Abi e Coprob hanno firmato l'accordo relativo alla campagna bieticolo saccarifera 2013/14. Il prezzo base di riferimento è stato elevato a 49,80 euro/t a 16°, comprensivo della valorizzazione energetica della spettanza polpe, del premio di coltivazione triennale, dell'importo previsto all'art. 68, dei contributi di semina e di sterratura, al lordo della tassa sulla produzione.

 

Il premio di coltivazione triennale periodo 2012 – 2014, pari a 2,50 euro/ton bietola a 16° relativo all’anno 2012 verrà riconosciuto, in presenza di continuità produttiva, e sarà corrisposto alla consegna delle barbabietole 2013; il medesimo meccanismo sarà applicato sui conferimenti 2013 e 2014. L'acconto e il saldo verranno riconosciuti con le modalità e i tempi validi per i soci dalla Cooperativa e saranno pagati, quanto all’acconto il giorno 5 di ogni mese per le bietole consegnate entro il giorno 15 del mese precedente mentre il saldo entro il 10 gennaio 2014.

 

Alessandro Mincone il presidente della Cgbi, ha espresso un giudizio positivo sull’intesa sottoscritta: "è una garanzia di certezza per i produttori e assicura un interessante prezzo di riferimento che colloca la barbabietola da zucchero tra le colture più remunerative nell’ambito delle specie di pieno campo". In particolare il presidente della Confederazione ha sottolineato il ruolo della valorizzazione energetica delle polpe surpressate, realizzata da Anb e Cnb, divenuta elemento strutturale nella formazione del prezzo delle bietole.

 

Dopo l’intesa firmata con Coprob l’accordo interprofessionale è stato raggiunto con tutte e tre le società saccarifere operanti nel territorio nazionale: tutti i bieticoltori, quindi, conoscono per tempo il prezzo delle loro bietole e le altre condizioni di cessione del prodotto.

 

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 234.559 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner