Patrizia Marcellini è il nuovo presidente di Fedagri Marche

La neo-eletta è una delle dirigenti di Confcooperative più attive nel campo della rappresentanza sindacale

Questo articolo è stato pubblicato oltre 9 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

Patrizia_Marcellini.jpg

Patrizia Marcellini - Presidente Fedagri Marche

Patrizia Marcellini è il nuovo presidente della Fedagri Marche, eletta alla presenza del presidente nazionale di Fedagri-Confcooperative Maurizio Gardini.

Espressione della cooperativa di conduzione terreni Gaia di Senigallia, Marcellini è una delle dirigenti di Confcooperative più attive nel campo della rappresentanza sindacale, componente della Commissione nazionale delle dirigenti cooperatrici e a capo della analoga Commissione regionale.

Marcellini succede a Rodolfo De Scrilli che nel corso della sua relazione ha ricordato come, accanto ai non pochi problemi nei vari settori della cooperazione agroalimentare regionale, molte strutture sono invece riuscite a crescere e a divenire punti di riferimento per centinaia di agricoltori.

Fedagri Marche associa 115 cooperative, 16.500 soci per un totale di 410 milioni di euro. Il settore vitivinicolo è quello meglio distribuito in tutte le province della regione, il cerealicolo e lo zootenico hanno una copertura meno omogenea ma vedono importanti cooperative presenti sul territorio, il settore lattiero-caseario è quell oche sviluppa il fatturato più grande.

Sono intervenuti all’assemblea, ampiamente partecipata dai soci cooperatori, autorevoli rappresentanti delle istituzioni locali: l’assessore all’Agricoltura e vicepresidente della giunta regionale Paolo Petrini, l’assessore alla formazione e istruzione della Regione Marche Stefania Benatti, l’assessore regionale al lavoro Fabio Badiali e il consigliere regionale Marco Lucchetti.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 217.690 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner