Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
30 anni di Image Line
Una Mano per i Bambini

Grano duro, nuovo stop alla corsa dei prezzi

A Foggia i massimi per il fino nazionale all'ingrosso rilevati alla Borsa merci si arrestano a 240 euro/tonnellata, mentre Ismea continua a rilevare un prezzo medio all'origine di 227,50

Mimmo Pelagalli di Mimmo Pelagalli

cereali-grano-by-teodora-d-fotolia-750.jpeg

Rispetto ad un anno fa i prezzi del frumento duro sono più alti di quasi il 30%
Fonte foto: © Teodora D - Fotolia

Il prezzo del grano duro fino nazionale all'ingrosso sulla piazza della Capitanata, mietitura 2017, resta fermo a 235 euro la tonnellata sui valori minimi e a 240 sui massimi anche nella seduta di ieri, 26 luglio 2017. La Borsa merci della Camera di commercio di Foggia ha registrato così l’invarianza dei prezzi, rispetto al 19 luglio e sembra arrestarsi qui il trend rialzista che si era destato sin da fine giugno.

I prezzi all'origine 2017 a Foggia - pur superiori alle ultime quotazioni della mietitura 2016 - restano ancora ben lontani dal raggiungere la linea di pareggio delle aziende cerealicole, orientativamente calcolata intorno ai 300 euro alla tonnellata.

Nella seduta del 5 luglio scorso, il grano duro fino nazionale all'ingrosso, mietitura 2017, franco partenza luogo di stoccaggio, era stato fissato a 230 euro sui valori minimi e 235 euro sui massimi, prezzi che erano poi cresciuti già al livello di quelli pure registrati ieri nella successiva seduta utili e – il 19 luglio – dando luogo ad un incremento del 2,13% sui valori massimi, che aveva fatto sperare in una ulteriore ripresa del prezzo nel medio periodo.

Anche perchè a Foggia si era registrato il 28 giugno scorso un primo consistente balzo in avanti di oltre il 23,6% rispetto alle ultime quotazioni del raccolto 2016 e che superavano i valori dello stesso periodo dello scorso anno dell'11,90%.

Attualmente il prezzo massimo del grano duro fino nazionale a Foggia è in ogni caso maggiore delle quotazioni dello stesso periodo dello scorso anno - seduta del 27 luglio 2016 - del 29,7%.

E con questi valori, il prezzo del grano duro fino nazionale all’ingrosso risulta comunque aumentato di oltre il 26,3% se si raffronta il prezzo massimo registrato ieri con quello fissato sulla piazza di Foggia dalla Borsa merci della Camera di commercio il 7 giugno scorso: 190 euro alla tonnellata.

Stabili anche i prezzi all'origine: anche se Ismea ha rilevato solo lo scorso 19 luglio l’ultimo prezzo medio a Foggia per il prodotto fino nazionale a 227,50 euro la tonnellata, alle condizioni di "franco magazzino di partenza", ancora fermo sui valori di fine giugno.

Lo stesso istituto continuava a rilevare il 31 maggio scorso un prezzo medio all'origine di 192,5 euro per il grano duro fino italiano mietitura 2016, sempre sulla piazza di Foggia.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: AgroNotizie

Autore:

Tag: prezzi mercati grano cereali

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner

Newsletter

L'ultimo numero di AgroNotizie è stato spedito il 15 febbraio a 136.315 lettori iscritti: leggilo ora »

* acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate nell'informativa sulla privacy