Incontro tecnico 'Frutta nelle scuole' e mostra pomologica

Evento organizzato dal Cra. Caserta, venerdì 14 ottobre 2011

Questo articolo è stato pubblicato oltre 8 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

frutta-nelle-scuole-14102011.jpg

Incontro tecnico 'Frutta nelle scuole' e mostra pomologica. Caserta, venerdì 14 ottobre 2011

Il progetto 'Frutta nelle scuole' del ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali sarà il tema dell'incontro tecnico che si terrà venerdì 14 ottobre, ore 9, a Caserta assieme alla 24esima mostra pomologica. Gli eventi fanno parte di 'Frutta dell'autunno', la manifestazione è giunta quest'anno alla sesta edizione ed è promossa dall'Unità di ricerca per la frutticoltura di Caserta del Consiglio per la ricerca e la sperimentazione in agricoltura, Cra. E' inoltre sostenuta dall'assessorato regionale all'Agricoltura (Sesirca e Stapa-Cepica di Caserta) e dalla Provincia di Caserta.

Durante l'appuntamento si potrà visitare una mostra pomologica della frutta che matura nella tarda estate-inizio autunno, mentre durante l'incontro verranno illustrati i principi e le finalità del progetto, nonché le prime esperienze effettuate in Campania.

La mostra, che è il seguito naturale del tradizionale Convegno pomologico di Caserta, nasce con l'obiettivo di sostenere la tutela e la salvaguardia dell'enorme patrimonio frutticolo campano, è inoltre un modo per dare l'opportunità di osservare e conoscere biotipi e varietà di tante specie fruttifere: da quelle commercialmente più note, come mele, pere, kaki, pesche, susine, uva, agrumi, kiwi, nocciole, noci e castagne, a quelle minori ma comunque tipiche dell'area mediterranea (melograno, sorbo, giuggiolo, cotogno, mandorlo, fico d'india, corbezzolo) nonché di specie esotiche coltivabili nei nostri ambienti (come avocado, feijoa, nashi).

I laboratori che si occupano di tematiche di ricerca strettamente legate alla caratterizzazione molecolare delle varietà, alla diagnosi e identificazione di agenti di malattie, alla micropropagazione e alla proteomica potranno essere visitati. I ricercatori, i dottori di ricerca e i giovani neolaureati dell'unità di ricerca che seguono da vicino tali tematiche saranno disponibili per illustrare in dettaglio le loro attività.

 

Scarica la locandina in formato pdf

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 206.917 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner