Vendemmia: variazioni negative a causa delle anomalie climatiche del 2021

Nonostante questo c'è molto ottimismo grazie alla buona qualità delle uve e grazie alla ripresa della domanda. A cura di CICA Bologna, Assistenza tecnica e servizi per lo sviluppo delle imprese

231 Academy CICA Bologna di 231 Academy CICA Bologna

giovani-giovane-agricoltore-agricoltori-vite-vendemmia-uva-vigneto-by-goodluz-fotolia-750x500.jpg

La produzione italiana di vino nel 2021 ha un calo del 9% rispetto allo scorso anno (Foto di archivio)
Fonte foto: © Goodluz - Fotolia

A seguito della presentazione dei dati previsionali per la vendemmia 2021 a cura di Unione Italiana Vini (Uiv), Istituto di Servizi per il Mercato Agricolo Alimentare (Ismea) e Assoenologi, rispetto al 2020 si sono evidenziate variazioni negative su tutte le regioni a causa delle diffuse anomalie meteo climatiche.

Nonostante questa premessa c'è molto ottimismo grazie alla buona qualità delle uve e grazie alla ripresa della domanda.
Quindi la produzione italiana di vino nel 2021 ha un calo del 9% rispetto allo scorso anno (dato Agea), ma supera comunque la Spagna e la Francia, ancora più penalizzate dall'andamento climatico.  
Questo è il quadro che emerge dai dati previsionali vendemmiali 2021, curati da Uiv, Ismea e Assoenologi, e presentati nel corso di una conferenza stampa l'8 settembre scorso.
In Italia la ricaduta produttiva maggiore arriva dalla Toscana.

I vigneti italiani resistono e si presentano in buone condizioni sia alla vendemmia, che alla ripartenza, con segnali incoraggianti sia dalla domanda, che sul mercato interno.
I punti cruciali per quest'anno sono stati le gelate del 7, 8 e 15 aprile scorsi, con minime scese anche oltre -4°C, con danni che sono apparsi all'inizio molto gravi, ma successivamente diversi vigneti si sono ripresi, anche se a livello produttivo ci sono differenze da zona a zona e anche da vigneto a vigneto.

Altri problemi sono dovuti all'altalenante andamento climatico di giugno e luglio, mesi durante i quali si sono verificati importanti fenomeni temporaleschi con grandinate eccezionali, in particolare nel Nord Est. Inoltre le scarse risorse idriche e i picchi eccezionali di temperature nel Centro e nel Sud Italia hanno causato ulteriori difficoltà: anche le indicazioni relative ad eventuali anticipi o ritardi sulla maturazione delle uve rispetto al cosiddetto calendario"“normale", sono risultate eterogenee.

Tabella: Produzione di vino e mosto in Italia
(Clicca sull'immagine per ingrandirla)
 

Assistenza tecnica e servizi per lo sviluppo delle imprese 
nei seguenti settori
Agricoltura
 Progettazione e Sviluppo 
Finanziamenti pubblici agevolati
Organizzazione Aziendale
Energie Rinnovabili
Sito internet:  www.cicabo.it
 

Sito internet:  www.231academy.com

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: 231Academy

Autore:

Tag: vino viticoltura vitivinicoltura vendemmia

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 268.477 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner