Consorzi agrari d'Italia, nasce il Cai Srl

L'accordo tra BF Spa insieme al Consorzio agrario dell’Emilia, del Tirreno, Adriatico e del Centro Sud permette la creazione del primo soggetto nazionale totalmente integrato

accordo-agroalimentare-by-pressmaster-adobe-stock-750.jpeg

BF ha sottoscritto l'aumento di capitale, per complessivi 61 milioni di euro (Foto di archivio)
Fonte foto: © pressmaster - Adobe Stock

"Il Gruppo BF Spa, nato e sviluppato intorno a Bonifiche Ferraresi Spa, ha realizzato un altro fondamentale pilastro del proprio piano industriale - ha dichiarato Federico Vecchioni, amministratore delegato BF Spa che ha aggiunto - Consolida cosi la sua vocazione di hub strategico e si dimostra capace di generare valore per tutti i propri stakeholder; dall'integrazione virtuosa della filiera alimentare 100% italiana dalla terra al cibo".

L'operazione di BF Spa insieme al Consorzio agrario dell'Emilia, del Tirreno, Adriatico e del Centro Sud permette la creazione del primo soggetto nazionale totalmente integrato (Cai Srl) che unisce la visione, la competenza e la capacità di valorizzazione dei prodotti nelle filiere strategiche del primo gruppo agroindustriale italiano, con le reti territoriali di vendita dei prodotti per gli agricoltori dei quattro consorzi.


Aumenti di capitale

L'operazione prevede la partecipazione dei soggetti in Cai, il cui capitale sociale era detenuto integralmente dalla Società consortile consorzi agrari d'Italia Scpa.
BF ha sottoscritto l'aumento di capitale, per complessivi 61 milioni di euro. Una sottoscrizione in denaro da parte di BF finanziata mediante l'utilizzo di mezzi propri.
I quattro consorzi agrari hanno invece sottoscritto l'aumento di capitale conferendo i rami d'azienda operativi strumentali alle attività di commercializzazione, produzione ed erogazione di servizi e di prodotti agricoli.

L'importo complessivo degli aumenti di capitale è pari a 169milioni e 463mila euro.

Per effetto della sottoscrizione degli aumenti di capitali le partecipazioni in Cai risulteranno essere le seguenti:
  • BF Spa – 36,79%;
  • Consorzio agrario dell'Emilia – 31,10%;
  • Consorzio agrario del Tirreno - 20,02%;
  • Consorzio agrario dell'Adriatico - 1,84%;
  • Consorzio agrario del Centro Sud – 6,29%.


L'accordo

Sempre in esecuzione dell'accordo, la società, la Società consortile consorzi agrari d’Italia Scpa e i consorzi agrari hanno sottoscritto un patto parasociale recante i termini e condizioni dei reciproci diritti obblighi quali soci di Cai, avuto particolare riguardo al funzionamento e al governo societario di Cai e la circolazione delle relative partecipazioni societarie.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 243.369 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner