Terremoto, annunciata la ripartizione dei fondi nazionali alle regioni colpite

Comunicato in un incontro a Civitella del Tronto (Te) come saranno ripartiti i circa 300 milioni del fondo accantonato dai Psr regionali ed dal Feasr nazionale

Questo articolo è stato pubblicato oltre 2 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

terremoto-centro-italia-agosto-2016-fonte-coldiretti.jpg

Terremoto, decisa la ripartizione del fondo di solidarietà nazionale
Fonte foto: © Coldiretti

Si è riunita a Civitella del Tronto, in provincia di Teramo, su invito dell'assessore abruzzese Dino Pepe, la Commissione Politiche agricole nazionale che ha comunicato la ripartizione di circa 300 milioni reperiti grazie alla solidarietà delle regioni italiane e del ministero delle Politiche agricole che hanno devoluto parte dei propri fondi europei relativi alle annualità 2018-2019-2020.

La decisione di creare un fondo di solidarietà era stata presa nei mesi scorsi e ora la comunicazione di come saranno ripartiti i 261 milioni con i Psr e 38 milioni con il Feasr ministeriale.

Saranno così assegnati 160 milioni alle Marche, 51 milioni all'Umbria, 46 milioni all'Abruzzo e 42 milioni al Lazio.

"Si è proceduto a una riprogrammazione solidale delle risorse che testimonia la vicinanza di tutto il paese al dramma delle popolazioni colpite dal terremoto" ha affermato la vicepresidente e assessore all'Agricoltura della Regione Marche Anna Casini, presente alla riunione di Civitella del Tronto.

"Regioni e ministero hanno compiuto uno sforzo eccezionale, dal punto di vista economico, di grande valore sociale, mettendo in primo piano, nella programmazione di ciascuno, la necessaria solidarietà verso l'area terremotata, il momento straordinario rispetto al lavoro ordinario" ha proseguito Anna Casini che ha anche voluto ringraziare tutti i colleghi assessori che sono stati vicini al dramma delle regioni colpite e la Commissione nazionale.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 207.316 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner