Bpl e Centri di saggio: tutti gli aggiornamenti in un workshop

Ben 85 i partecipanti all'evento organizzato da Sagea Sr Centro di Saggio Srl, con il supporto di Aicq, che ha visto gli interventi degli ispettori Bpl dell’Istituto superiore di sanità

Questo articolo è stato pubblicato oltre 2 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

laboratorio-piante-ricerca-by-budimir-jevtic-fotolia-750.jpeg

L'incontro si è tenuto a Bologna lo scorso 3 maggio
Fonte foto: © Budimir Jevtic - Fotolia

Ottimi risultati si sono registrati per il workshop "I principi di Bpl e la certificazione dei Centri di Saggio" che si è svolto a Bologna lo scorso 3 maggio e ha visto la presenza di 85 partecipanti.

La giornata di aggiornamento per le figure professionali afferenti ai Centri di Saggio Bpl è stata organizzata da Sagea Sr Centro di Saggio Srl, con il supporto di Aicq, Associazione italiana cultura qualità e ha visto la partecipazione di numerosi professionisti che lavorano nei Centri di Saggio italiani certificati Bpl o in via di certificazione, tra cui diverse figure afferenti agli Ordini dei chimici e degli agronomi.

Simonetta Gallerini, responsabile dell’Unità di Assicurazione Qualità di Sagea Sr Centro di Saggio e presidente del Settore alimentare di Aicq, è stata il responsabile scientifico dell'incontro a cui hanno partecipato, tra i relatori, gli ispettori Bpl dell’Istituto superiore di sanità che hanno portato il loro supporto scientifico.

Nel corso della mattinata si sono susseguiti i relatori dell’Istituto superiore della sanità Di Prospero, Meneguz, Testaie Carrani, ispettori incaricati dal ministero della Salute di effettuare le visite ispettive periodiche nei Centri di Saggio per la loro certificazione a condurre gli studi in Buona pratica di laboratorio (Bpl/Glp) conformemente a quanto prescritto dal D Lgs n 50 del 02/03/2007 e dalle Linee guida internazionali dell’Ocse.

Il pomeriggio, invece, Colacci, Gallerini, Rinaldi e Bartolomé dei Centri di Saggio hanno parlato della gestione della conduzione degli studi in situ e multi-sito anche con esempi reali. Un focus particolare è stato fatto sugli studi di campo, in quanto due dei quattro relatori del pomeriggio sono direttori di studio a Sagea Sr Centro di Saggio in Italia e a Envigo in Spagna.

Inoltre, due momenti di dibattito hanno confermato l'alto livello di specializzazione formativa dell’evento: il primo a fine mattinata con i relatori dell’Istituto superiore della sanità con i quali è stato possibile porre domande tecnico-scientifiche specifiche e il secondo a fine lavori del pomeriggio, in cui sono state approfondite specifiche tematiche.

Sono intervenuti all'evento in veste di relatori:
  • Saluti istituzionali, Claudio Rosso, presidente nazionale Aicq
  • Annarita Meneguz, Istituto superiore sanità Roma, Coordinamento attività Ispettorato Bpl/Iss, Centro nazionale ricerca e valutazione dei farmaci (Cnrvf), Membro Swp/Ema, membro Oecd Glp working group
  • Emanuela Testai, Istituto superiore sanità Roma, Environment and health Department mechanisms of toxicity Unit
  • Paola Di Prospero Fanghella, Istituto superiore sanità Roma
  • Eugenio Carrani, Istituto superiore sanità Roma
  • Annamaria Colacci, Arpa Emilia Romagna, Bologna, direzione tecnica responsabile di Ctr  tossicologia ambientale
  • Simonetta Gallerini, Qau Sagea Sr Centro di Saggio Srl, presidente Settore alimentare Aicq, vicepresidente Comitato Laboratori prova e taratura Aicq
  • Javier Bartolomé, Study director Envigo Crs Ltd Valencia, Spagna
  • Dario Rinaldi, direttore studi Sagea SrR Centro di Saggio Srl

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 191.441 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner