Agroalimentare più tutelato sul web con l'accordo Mipaaf-Ebay

Rinnovata l'intesa a cui partecipano anche Icqrf, Federdoc e Aicig. Obiettivo principale: rafforzare la lotta all'italian sounding

Lorenzo Pelliconi di Lorenzo Pelliconi

Questo articolo è stato pubblicato oltre 4 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

agroalimentare-formaggi-vino-salumi-cibo-by-alessio-orru-fotolia-750x531.jpeg

Rinnovata la partnership Mipaaf-Ebay per la tutela agroalimentare sul web
Fonte foto: © Alessio Orrù - Fotolia

Il ministero delle Politiche agricole ha rinnovato l’accordo biennale con Ebay, insieme a Icqrf (Istituto centrale repressione frodi), Federdoc (Confederazione consorzi denominazione di origine dei vini) e Aicig (Associazione consorzi indicazioni geografiche) per la difesa del made in Italy agroalimentare sul web. L’obiettivo è rafforzare la protezione, la promozione e la valorizzazione delle produzioni italiane Dop e Igp online, attraverso un programma di verifica dei diritti di proprietà (Verified rights owner – Vero), tutelando i consumatori che utilizzano Ebay.

In questi due anni di attività l’Icqrf ha ottenuto la rimozione dalla piattaforma commerciale di Ebay di 368 inserzioni irregolari, che evocano e usurpavano denominazioni italiane protette sia nel nostro Paese che all’estero, come ad esempio i finti Prosecco e Aceto balsamico di Modena, oltre ai vini Valpolicella, Barolo e Brunello di Montalcino, i formaggi Parmesan, il falso Asiago, i finti salumi calabresi, la mozzarella di bufala campana, l’olio dolce di Rossano Dop e il pecorino siciliano.

La nostra battaglia contro l’italian sounding non si ferma – spiega il ministro Maurizio MartinaVogliamo contrastare con determinazione e con tutti i mezzi a nostra disposizione questo fenomeno, tutelando le nostre eccellenze agroalimentari, i produttori onesti e i consumatori. Il rinnovo dell’intesa di oggi va proprio in questa direzione, e la realizzazione di una sezione dedicata al cibo sulla piattaforma italiana di Ebay dimostra la crescente attenzione per il settore. Siamo l’unica istituzione ad avere accordi con i maggiori player del web per rimuovere i falsi prodotti di denominazione d’origine dagli scaffali virtuali. Vogliamo garantire sempre di più ai nostri marchi geografici la tutela che hanno i grandi brand commerciali, ponendo l’Italia alla guida nel campo della tutela innovativa”.

Il rinnovo dell’accordo conferma l’impegno costante di Ebay per la promozione del made in Italy e rappresenta un’altra tappa importante nel percorso intrapreso per la tutela e la promozione delle eccellenze italiane sulla nostra piattaforma – sottolinea Andrea Moretti, direttore degli affari legali di Ebay in Italia – In particolare, questo protocollo d’intesa non solo costituisce uno strumento prezioso per fare rete con istituzioni e consorzi, ma conferma il nostro impegno nella lotta alla contraffazione, da sempre uno dei temi chiave per Ebay”.

Il commercio elettronico è una realtà in continua crescita, caratterizzato dall’estrema rapidità nella formulazione degli ordini e nella consegna dei prodotti, è poi una pratica commerciale con una dimensione globale – sottolineano congiuntamente Giuseppe Liberatore e Riccardo Ricci Curbastro, rispettivamente presidente di Aicig e Federdoc Questo lascia prefigurare la necessità di intervenire con immediatezza per le attività di tutela dei prodotti Dop e Igp. La collaborazione tra il fornitore del servizio e-Bay e l’autorità nazionale di riferimento Mipaaf e le associazioni dei consorzi dei prodotti Dop e Igp permette di intervenire prontamente e in sinergia per assicurare la tutela dei consumatori e favorire la commercializzazione dei prodotti”.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 234.739 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner