Commissione Ue, approvati i primi cinque programmi di Sviluppo rurale

Soddisfazione del ministro Martina: "In arrivo risorse per investimenti in azienda"

Lorenzo Pelliconi di Lorenzo Pelliconi

Questo articolo è stato pubblicato oltre 5 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

vinitaly-2015-ministro-martina-fonte-ivano-valmori-twitter.jpg

Il ministro Martina plaude all'approvazione dei primi Psr
Fonte foto: © Ivano Valmori - AgroNotizie

La Commissione europea ha dato il via libera ufficiale ai primi cinque programmi di Sviluppo rurale. Lo comunica il ministero delle Politiche agricole, in quanto sono stati approvati il programma della Rete rurale nazionale (59,7 milioni di Fondi comunitari) e i programmi regionali di Sviluppo rurale del Veneto (510 milioni), Emilia Romagna (513 milioni), Toscana (414 milioni) e della Provincia Autonoma di Bolzano (158 milioni).

Le risorse comunitarie rese così disponibili ammontano, per l'intera programmazione 2014-2020, a oltre 1,64 miliardi di euro di fondi Feasr, che giungono fino a 3,8 miliardi se si tiene conto del cofinanziamento nazionale.

L'approvazione da parte della Commissione è un'ottima notizia per gli agricoltori – sottolinea il ministro Martina – ci saranno risorse a disposizione per fare investimenti innovativi per la produzione e l'ammodernamento delle aziende. I fondi alla rete rurale saranno utilizzati per migliorare le attività di supporto alle imprese”. I programmi approvati oggi dalla Commissione Ue coprono il 18% delle risorse messe a disposizione dell'Italia fino al 2020, che toccano quota 21 miliardi grazie al cofinanziamento nazionale.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: pac unione europea psr mipaaf

Temi caldi: Psr 2014-2020

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 260.734 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner