Icea, Gianni Cavinato nuovo presidente

Cambio al vertice dell'Istituto per la certificazione etica e ambientale. Approvato il bilancio consuntivo

Questo articolo è stato pubblicato oltre 7 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

Gianni-Cavinato-presidente-icea.jpg

Il nuovo presidente Icea, Gianni Cavinato

Cambio al vertice di Icea. L'assemblea dei soci ha eletto all'unanimità nuovo presidente dell'Istituto per la certificazione etica e ambientale Gianni Cavinato, già presidente nazionale dell'Acu, Associazione consumatori utenti. Dal primo giugno Cavinato, proposto al consiglio di amministrazione dal presidente uscente Nino Paparella, subentrerà operativamente a quest'ultimo, al vertice di Icea sin dal 2000, anno di fondazione dell'organismo di certificazione dell'agricoltura biologica in Italia. E per valorizzare il capitale di esperienza e motivazioni della rete Icea, col consenso unanime dei soci Paparella è stato nominato presidente onorario, per assicurare lo sviluppo di Icea sul piano nazionale e internazionale.

"Con la nomina di Cavinato - dichiara Paparella – Icea rappresenta una novità unica nel panorama della certificazione italiana: un presidente espressione del movimento consumatori. Il miglior messaggio per contrastare la deriva di scetticismo che accompagna oggi la certificazione biologica, e rilanciare il valore della certificazione sostenibile, strumento fondamentale di crescita culturale ed economica della società".

Cavinato ha incontrato il sostegno di tutti i soci, a seguito di un'accurata analisi del programma di sviluppo dell'Istituto e delle necessità di approdare a un nuovo modello organizzativo per meglio affrontare le sfide poste dalla nuova domanda derivante dal mercato e dall'amministrazione pubblica.

L'assemblea ha anche approvato all'unanimità il bilancio consuntivo 2011, che chiude in utile confermando l'importante posizione nel campo della certificazione biologica e sostenibile con oltre 13.000 aziende certificate, di cui 12.000 in Italia, pari al 25% dell'intero dato nazionale.

 

 

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 191.492 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner