Premio Unicef Piemonte 2010 a M. Lodovica Gullino

Il riconoscimento attribuitole per le ricerche internazionali svolte nel campo dell’agricoltura sostenibile, con particolare attenzione ai Paesi in via di Sviluppo

Questo articolo è stato pubblicato oltre 9 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

M.L.Gullino.jpg

Maria Lodovica Gullino

Sarà consegnato questa sera alla professoressa Maria Lodovica Gullino, presidente dell’Associazione internazionale di Patologia vegetale (Ispp), vicedirettore dell’Università di Torino e direttore di Agroinnova, il Centro di Competenza per l’Innovazione in campo agroambientale dell’Università di Torino, il 'Premio Unicef Piemonte 2010', per le ricerche condotte in ambito internazionale nel campo dell’agricoltura sostenibile, con particolare attenzione ai Paesi in via di Sviluppo.

La consegna dell’importante riconoscimento, ad opera della presidente Unicef Piemonte, Claudia Sella, avrà luogo al Teatro Carignano, nell’ambito della serata, con inizio alle ore 21, Istinto alla coppia – Live Magazine, il format di comunicazione e divulgazione scientifica sulle dinamiche di relazione arrivato al suo 10°anno di programmazione, organizzato da Psichè Centro Studi. ll ricavato della serata sarà devoluto a favore dell'intervento umanitario dell'Unicef per l'emergenza alluvioni in Pakistan.

La professoressa Gullino opera da anni su progetti di ricerca nell’ambito della difesa sostenibile delle colture nei paesi industrializzati e in quelli in via di sviluppo, della lotta biologica e integrata alle malattie delle piante, della biosicurezza e prevenzione dell’agroterrorismo, della sicurezza alimentare, dell’agricoltura sostenibile, con particolare attenzione al trasferimento di tecnologie a basso impatto ambientale nei Paesi in via di sviluppo. 

E’ autore o coautore di 13 libri, 500 articoli scientifici e 150 rassegne, oltre a di numerosi articoli divulgativi; consulente dal 1992 del ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio su tematiche relative ai Protocolli di Montreal e Kyoto; consulente del Regional Environmental Centre for Central and Eastern Europe (Rec) di Budapest su tematiche agro-ambientali. 

E’ responsabile dell’Internazionalizzazione dell’Università di Torino dal 1998. E’ stata ed è responsabile di numerosi progetti di ricerca dell’Unione europea (Fair, Bridge, Life, Med-Campus), del ministero delle Risorse Agricole e Forestali, del ministero dell’Ambiente, del ministero dell’Università, di Regioni e Province e coordina numerosi progetti di ricerca e sperimentazione in Paesi in via di sviluppo e in paesi ad economia emergente.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 229.494 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner