Tanacid, insetticida a base di piretro naturale

Da Agribiotec. Agisce per contatto con azione neurotossica a carico del sistema nervoso centrale dell'insetto bersaglio

Questo articolo è stato pubblicato oltre 12 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

TANACID-nuova.jpg

Insetticida a base di piretro naturale

Tanacid è un insetticida in formulazione liquida emulsionabile a base di piretrine, molecole naturali ottenuti dalla macinazione dei capolini di alcune specie appartenenti al genere Chrisanthemum (fam. Composite). La specie più ricca di piretrine è il Chrisanthemum cinerariaefolium, pianta coltivata in diversi paesi dell'Asia e dell'Africa. Le piretrine sono esteri derivati dalla reazione tra un acido e un alcool.

Tanacid agisce soprattutto per contatto con un’azione neurotossica a carico del sistema nervoso centrale dell’insetto bersaglio, dove penetra attraverso le zone meno protette, in genere in prossimità di testa, antenne e zampe. E' dotato di un forte potere abbattente, con persistenza d’azione di 3-5 giorni essendo associato a sinergizzanti e antiossidanti, quali il piperonilbutossido, che grazie ad un’azione protettiva, esalta l'attività e la durata di efficacia dell'insetticida.
Può essere impiegato in qualsiasi stagione, fino a 2 giorni prima del raccolto o l’immissione al consumo, sulle colture sottoelencate nei programmi di lotta integrata e biologica. Molto ampio lo spettro d'azione. E' attivo contro afidi, minatori, cimici, tentredini, cicaline, aleurodidi, psilla, tripidi, bemisia, dorifora, moscerino, mosca, tingide, metcalfa, ifantria, cocciniglie, cavolaia ed altri insetti dannosi alle colture agrarie.

Modalità e consigli di applicazione
• I trattamenti vanno effettuati alla prima comparsa dei parassiti. Eseguire due trattamenti a distanza di 2-3 giorni. Eventualmente ripetere il trattamento a distanza di 7-8 giorni contro le generazioni successive.
• Trattare preferibilmente la sera e comunque nelle ore più fresche della giornata.
• Eseguire i trattamenti con pompe a elevata pressione, irrorando accuratamente tutta la pianta/coltura da proteggere in particolar modo la pagina inferiore delle foglie (specialmente nel caso di aleurodidi, cicaline e tingidi).
• Rispettare le dosi indicate in etichetta.
• Impiegare soluzioni a pH 6-6,5 per la massima efficacia del prodotto. In presenza di pH basico (> 7) acidificare la soluzione.
• addizionare il formulato commerciale Tranlow (olio di soia) per una ottimale e più uniforme distribuzione e adesività del prodotto, per migliorare l’effetto abbattente delle piretrine e la persistenza del prodotto.

Fonte: Agribiotec

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 206.510 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner