Plastic-Puglia, 50 anni al servizio dell'agricoltura

L'azienda si occupa della produzione e della commercializzazione di tubi in polietilene di alta, bassa e media densità, con sistemi di microirrigazione e subirrigazione innovativi e tecnologicamente evoluti

Info aziende
azienda-plastic-puglia-fonte-plastic-puglia.jpg

Plastic-Puglia, oltre a vendere in Italia, esporta in più di 40 paesi nei vari continen­ti

Il tubo di polietilene per l'irrigazione in agri­coltura è nato nel 1968 in Puglia, da dove si è poi diffuso in tutto il mondo favorendo lo sviluppo, in quantità e in qualità, delle produ­zioni agricole intensive.

Suo ideatore e brevettatore è stato Vitan­tonio Colucci, giovane capitano di marina che, da lungimirante imprenditore industria­le, nel 1967, intuendo l'importanza delle ma­terie plastiche per la crescita dell'economia italiana, fondò a Monopoli (Ba) la Plastic-Pu­glia, un'azienda per la ricerca e lo studio delle materie plastiche, che cominciò a produrre tubi flessibili per acquedotti, gasdotti e irri­gazione.

Oggi Plastic-Puglia, grazie a un'in­tuizione rivelatasi vincente, vanta uno stabi­limento di 80mila m² e una produzione annua di circa 50mila t ed è leader mondiale nella produzione e commercializzazione di tubi in polietilene di alta, bassa e media densità, con sistemi di microirrigazione e subirrigazione innovativi e tecnologicamente evoluti, frutto della continua attività di ricerca e sviluppo re­alizzata nei laboratori dell'azienda.

I primi tubi brevettati erano semplici condotte per il trasporto dell'acqua, prive di ugelli, posizionabili sul terreno o sulle piante. Successivamente si cominciò a forare il tubo all'altezza di ogni pianta, in modo da realizzare una ru­dimentale irrigazione a zampillo.
 

Il grande passo in avanti si ebbe con la microirrigazione, dotando i tubi di gocciola­toi interni per consentire un'irrigazione mira­ta alla radici  senza sprechi di acqua.

Oggi Plastic-Puglia è fra le prime aziende del settore nel mondo; oltre a vendere in Italia, esporta in più di 40 paesi nei vari continen­ti, con una capillare rete distributiva, dando lustro a prodotti made in Italy di altissima qualità.

Fra i sistemi irrigui prodotti da Plastic-Puglia per la microirrigazione si evidenziano in particolare Aquadrop®, ala gocciolante piatta ideale per l'irrigazione in serra o campo aper­to, Gold-Drip®, ala gocciolante di lunga durata con gocciolatoio cilindrico per impianti irrigui su coltivazioni pluriennali, Aquatape®, mani­chetta gocciolante per l'irrigazione in campo aperto o in serra, e infine l'ultima nata, Aqua­press®, ala gocciolante con gocciolatoio au­tocompensante, antisifone e antidrenaggio.

Aquapress® rappresenta un con­centrato di tecnologia in grado di abbattere il consumo di acqua con una irrigazione mirata e omogenea, grazie a una valvola capace di impedire l'accumulo e l'aspirazione di parti­celle di terreno nei fori del gocciolatoio e alla pressione costante all'interno del tubo, che permette l'erogazione dell'acqua simultane­amente.
 

Oggi che le risorse idriche diventano sempre più limitate, perché minacciate dai cambia­menti climatici e in particolare dalla siccità, e quindi più costose, Plastic-Puglia dà valore  a ogni singola goccia di acqua garantendo il massimo dell'efficienza e del risparmio eco­nomico con i sistemi di irrigazione e subirri­gazione a microgoccia.

L'impegno produttivo dell'azienda è condotto all'insegna del Total quality management, un approccio che permette di ottenere prodotti eccellenti e performanti, attraverso controlli qualitativi capillari, apparecchiature elettro­niche sofisticate, personale altamente spe­cializzato e in continuo confronto con i centri universitari e di ricerca.

Plastic-Puglia è da sempre impegnata nel ri­spetto di parametri di sostenibilità ambien­tale anche con una rigorosa politi­ca volta alla salvaguardia dell'ambiente nel corso dei processi produttivi: infatti l'azienda collabora attivamente per il recupero e il rici­clo delle plastiche al termine del loro ciclo di vita. 

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 209.518 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner