Se si dice pomodoro sicuramente viene in mente Pachino: il Paese più soleggiato d'Europa in base a quanto indicato da Enea. Pachino, infatti, è il comune con le maggiori ore di luce d'Europa, con oltre 6mila megajoule all'anno per metro quadrato. A questo elemento si unisce l'acqua salmastra, proveniente dalle falde acquifere vicino al mare, che viene assorbita dalle piante e tramutata in zucchero, assicurando al pomodoro di Pachino Igp, oltre al gusto inconfondibilmente dolce e pieno, un'alta concentrazione di licopene.

 

Il connubio tra questo protagonista del patrimonio agroalimentare siciliano e il territorio va avanti da venti anni e per festeggiare questo traguardo è stato realizzato dal primo al 3 luglio 2022 il primo "Pachino Day".

Il Pomodoro di Pachino Igp identifica quattro tipologie di prodotto, che permettono di creare un vasto ventaglio di sfumature organolettiche:

  • il ciliegio, a cui si deve la maggiore notorietà del marchio;
  • il tondo liscio, sia a frutto singolo che a a grappolo;
  • il costoluto, dalla forte colorazione verde brillante;
  • il datterino (Plum e Mini Plum), particolarmente gradito per la sua dolcezza spiccata.

 

Tutto questo per garantire la presenza sul mercato, grazie anche a diverse forme di coltivazione, dodici mesi all'anno.

 

La comunicazione è sicuramente un elemento importante e che ha contraddistinto il lavoro ventennale del Consorzio. "Nella nostra attività di promozione del prodotto - spiega Sebastiano Fortunato, presidente del Consorzio di Tutela del Pomodoro di Pachino Igp - è importante l'uso di una corretta attività di comunicazione e di marketing. Ancora oggi prendiamo come riferimento le quattro P del marketing, i fattori chiave coinvolti nella commercializzazione di un bene o servizio. Un acronimo, questo, le cui 'P' hanno un significato ben preciso: product (prodotto), ovvero il bene o servizio commercializzato; price (prezzo), il prezzo con il quale viene messo in commercio; placement (luogo), il luogo (fisico o virtuale) nel quale il bene o servizio viene realizzato; promotion (promozione), tutte le attività di promozione per creare valore attorno al prodotto".

 

Il racconto di quello che c'è dietro un prodotto crea fiducia e legame: questo avvicina il produttore e il consumatore 
(Guarda il video sul canale YouTube di TellyFood®)

 

"Potersi fregiare di un marchio come l'Igp, in un momento di confusione commerciale come questo, ci ha permesso di legare un prodotto ad un preciso areale geografico, che poi è quello che chiede oggi il consumatore. Un marchio che però ha bisogno di un grande lavoro di tutela e valorizzazione. Negli ultimi anni abbiamo identificato diverse situazioni di contraffazione: un prodotto marchiato Pachino Igp e che invece arrivava da altre parti. Inoltre l'uso del marchio e del Consorzio di Tutela rappresenta uno strumento importante per fronteggiare le difficili scommesse di un mercato globale, verso il quale il singolo produttore non ha alcun potere contrattuale". Tra i valori che più sono importanti per raggiungere il consumatore ci sono: la certezza della provenienza, la storia di un territorio, i vari passaggi di filiera e la sostenibilità.

 

"Per rafforzare l'identità del prodotto, raccontare la sua storia e porre l'accento sui valori e le peculiarità di questo pomodoro, oggi la tecnologia può dare un'arma in più: la blockchain. Si tratta di una grande occasione per raggiungere nuovi canali e nuovo pubblico e intercettare diverse potenziali opportunità all'interno di tutta la filiera ortofrutticola. La tecnologia blockchain permette di tracciare con la massima trasparenza il Pomodoro di Pachino dal campo al supermercato. Basta un semplice click su un QRCode per visualizzare tutti i dati sull'origine del prodotto (tale processo è stato reso possibile grazie alla piattaforma digitale sviluppata dalla Pmi innovativa EZ Lab, ndr)".

 

Oltre a tutelare il marchio di origine, ultimamente il Consorzio di Tutela del Pomodoro di Pachino Igp ha concretizzato il suo impegno per la sostenibilità ambientale con il nuovo packaging sostenibile. Si tratta di una confezione realizzata in cartone e ricoperta con film Pla biodegradabile al 100% ricavato dal mais. Il Consorzio ha cominciato a usarlo negli ultimi mesi.

 

Per facilitare la visualizzazione del video ai produttori, agli agricoltori e agli operatori del settore inseriamo una legenda con i principali elementi dell'intervista fatta da Ivano Valmori, direttore responsabile di AgroNotizie® e ceo di Image Line®, e dove questi ultimi sono presenti all'interno dei circa 12 minuti di registrazione.

  • 00:00 Presentazione e introduzione dell'intervista.
  • 01:23 Il pomodoro di Pachino: cosa stiamo facendo.
  • 03:28 Gli elementi da comunicare al consumatore.
  • 04:17 Il consumatore è disponibile a pagare di più? 
  • 05:15 La stagionalità del prodotto e come raccontarla.
  • 07:02 Un consiglio per comunicare meglio e migliorare il rapporto tra produttore e consumatore.
  • 08:56 Conclusioni.

 

La redazione vuole farvi anche un altro regalo. Le nuvole di parole: sono le principali parole (di senso compiuto) che sono state maggiormente citate in questa intervista. In questo modo potrete farle vostre e utilizzarle nelle vostre attività di marketing e comunicazione agroalimentare. Il video è stato caricato sul canale YouTube di TellyFood® dove potrete trovare tanti altri video sul tema della comunicazione, della promozione e della valorizzazione della frutta e verdura. Le interviste di TellyFood® avranno cadenza mensile: vi aspettiamo alla prossima puntata. Rimanete collegati!

 

Le nuvole di parole
Ecco la nuvola di parole: qui troverete le prime 18 parole che Sebastiano Fortunato ha inserito nella sua intervista con noi

Questo articolo fa parte delle rubriche: