Ci siamo. Inizia l'evoluzione che avevo annunciato nell'articolo di fine anno 2021 e finalmente si parte con il rilascio della nuova veste grafica di AgroNotizie®.


Abbiamo deciso di partire proprio dal modo con cui AgroNotizie® si presenta al lettore nella piena consapevolezza che tutto il lavoro giornaliero svolto dalla redazione e dai collaboratori di AgroNotizie® viene percepito e valorizzato dal lettore solo attraverso il filtro dello schermo.

 

Infatti è lo schermo (del computer, del tablet, dello smartphone) a frapporsi tra i cervelli di chi scrive (il mio staff di redattori e collaboratori) e i cervelli dei lettori (oltre 4,5 milioni lo scorso anno).

 

Lo schermo… "scherma" gli 11,53 articoli pubblicati quotidianamente da AgroNotizie® (11,53 non è un numero a caso: nel 2021 AgroNotizie® ha pubblicato 3.460 articoli in 300 giorni lavorativi).

 

Solo in base a ciò che viene visualizzato su quel piccolo spazio di cristalli liquidi o led, il lettore si avventura in un percorso in cui "cerca", poi "trova", poi "vede", poi "guarda", poi "sbircia" e, infine, se tutto è andato bene "legge". E il nostro unico obiettivo è quello di fare leggere AgroNotizie®.

 

Il processo di lettura di AgroNotizie®

Non entriamo su come la redazione individua i temi, valuta l'autorevolezza e l'affidabilità delle fonti, raccoglie le informazioni, genera i contenuti e arriva a produrre 3.460 articoli all'anno. Facciamo solo un piccolo ragionamento su come si arriva alla lettura di un articolo pubblicato su AgroNotizie® attraverso il percorso "cerca-trova-vede-guarda-sbircia-legge".

 

Cerca

Nessun portale è autoconsistente: ogni portale dipende dall'ecosistema in cui si colloca. Tutto ciò che avviene su AgroNotizie® dipende da come il lettore cerca i contenuti che gli interessano.

 

Normalmente i lettori cercano informazioni partendo dai motori di ricerca (Google in primis); fare in modo che ogni articolo sia ben radicato su Google e abbia tutte le parole chiave necessarie a favorirne l'individuazione da parte di chi cerca è essenziale per essere trovati dal lettore. Per questo è stato svolto un enorme lavoro per capire come il lettore di AgroNotizie® cerca le informazioni per fare in modo che ognuno degli oltre 70mila articoli pubblicati da AgroNotizie® in questi primi 20 anni possa essere cercato e individuato nel modo più semplice per i lettori.

 

Questo è un lavoro che non si vede ma dal quale dipende il risultato di AgroNotizie®: in pratica nell'ultimo anno è stato fatto un enorme lavoro di organizzazione dei contenuti per renderli più facili da cercare da parte dei lettori (e dei motori di ricerca…).

 

Trova

Ricordate la massima "chi cerca trova"?
Non sempre è così su internet. In questo caso potremmo dire che "chi cerca trova…  se ciò che si cerca vuole farsi trovare".

 

Per permettere ad ognuno degli oltre 70mila articoli già pubblicati (e agli oltre 3mila che pubblicheremo nel 2022…) abbiamo svolto un lavoro specifico di Seo, Search Engine Optimization, cioè ottimizzazione per i motori di ricerca, con l'obiettivo di incrementare la facilità di trovare i contenuti di AgroNotizie® e farli apprezzare da Google (e dagli altri motori di ricerca) come contenuti attendibili e di valore. Solo così i motori di ricerca individuano gli articoli di AgroNotizie® per ogni parola chiave e li posizionano nei primi risultati.

 

L'altro modo che AgroNotizie® ha messo a punto negli anni per fare trovare gli articoli passa attraverso la newsletter settimanale che, attraverso la selezione degli articoli più salienti tra gli oltre 50 articoli pubblicati settimanalmente, raggiunge direttamente le caselle email dei lettori.

Iscriversi alla community e ricevere la newsletter è gratuito e si può fare da questa pagina.

 

Vede

Una volta trovato l'articolo, questo sarà presente in un elenco di articoli. In questo caso l'obiettivo è di attrarre l'attenzione del lettore affinché, tra i vari articoli presenti nei risultati, l'articolo di potenziale interesse venga, almeno, visto.

 

Qui la fa da padrone il processo di titolazione. Un buon titolo e un buon sottotitolo possono attrarre l'attenzione (e lo devono fare nel giro di qualche centesimo di secondo) e far percepire che, oltre al vedere… forse è il caso di decidere di guardare (porre attenzione a ciò che si vede).


Titoli e sottotitoli in AgroNotizie® hanno sempre due caratteristiche: dire la verità (rappresentare realmente ciò che c'è nell'articolo) e non essere sensazionalistici (non viviamo di scoop o di gossip ma di tecnica e scienza: non serve urlare o stupire).

 

Guarda

Il processo prevede che lo sguardo del lettore non solo veda che c'è un articolo potenzialmente interessante, ma che spenda almeno mezzo secondo di attenzione per capire esattamente se quel contenuto è di suo interesse. In questo caso il cervello si chiede: "Ma questa cosa mi interessa? Ho qualche ulteriore secondo per approfondire oppure è una cosa che non mi riguarda?".


Per catturare l'attenzione e fare sì che si entri nella pagina dell'articolo (ed è questo il fine ultimo: tutto ciò che accade prima non ci permette di soddisfare alcuna esigenza informativa ma solo di sollecitare l'interesse) è stata posta particolare attenzione alle immagini a corredo dell'articolo e alle loro miniature utilizzate negli elenchi.

 

Solo se siamo riusciti a superare positivamente questi quattro passi (in genere il processo "cerca-trova-vede-guarda" si conclude in pochi secondi) avremo la possibilità di ottenere la fiducia del lettore e farlo entrare nell'articolo a "sbirciare".

 

Sbircia

Finalmente abbiamo raggiunto l'articolo. Il cervello cerca innanzitutto di capire se trova tutto ciò che cercava e se abbiamo soddisfatto le sue aspettative.
Qui ci si gioca tutto: credibilità, competenza, familiarità, autorevolezza…

 

Se l'articolo rispecchia pienamente ciò che titolo, sottotitolo e immagine avevano promesso… l'articolo è credibile!

 

Se l'articolo ci permette di scoprire qualcosa di nuovo e di interessante… l'articolo è frutto di un lavoro competente!

 

Se l'articolo è inserito in un contesto armonico, è ben leggibile, è corredato di fotografie coerenti e "mi fa sentire a mio agio" (non devo impazzire per capire cosa mi vuole comunicare)… l'articolo mi fa provare un senso di familiarità!

 

Se l'articolo è ben leggibile e al contempo mi fa capire che la fonte è seria e credibile… l'articolo mi trasmette autorevolezza!

Quindi… lo leggo!

 

Legge (finalmente…)

Superato positivamente anche questo passaggio il lettore si sente a suo agio (abbiamo rispettato la promessa che gli abbiamo fatto durante il processo "cerca-trova- vede-guarda") ed è curioso di approfondire.

 

Ora l'obiettivo è quello di rendergli agevole la lettura, portarlo a vedere immagini e video a corredo ed, eventualmente, fargli attivare un nuovo processo "cerca-trova-vede-guarda" su articoli affini e sullo stesso argomento.

 

Se sei arrivato a leggere fino a questo punto… vuol dire che stiamo iniziando a fare un buon lavoro.

 

Stiamo facendo un buon lavoro?

In AgroNotizie® abbiamo un'ambizione: vorremmo fare un buon lavoro per i nostri lettori.
Ma come fare a capire se stiamo facendo un buon lavoro?

 

Tutto dipende da quanti articoli vengono letti e quanto tempo ogni lettore è disposto ad investire per leggere i nostri articoli (ribadisco, leggere: siamo alla fine del percorso "cerca-trova-vede-guarda-sbircia-legge").

 

Ti condivido un segreto: i dati del "tempo medio di lettura articoli" e del "numero medio di letture per articolo".

 

Tempo medio lettura articoli e media lettura articoli

(Fonte foto: AgroNotizie®)

 

Ogni articolo presente su AgroNotizie® viene letto per una durata media di 4 minuti e 34 secondi (quindi andiamo ben oltre allo sbirciare…) e i vari articoli pubblicati hanno una lettura media di 1.190.
Non male per una testata specializzata in agricoltura dove, apparentemente... si legge poco (apparentemente).

 

Forma e sostanza

La pubblicazione del nuovo AgroNotizie® è avvenuta alle ore 9:00 del 15 giugno 2022.

 

La testata cambia la sua forma e la sua modalità di presentarsi (e farsi leggere) ma non cambia la sua sostanza!

AgroNotizie® nasce come rivista indipendente, focalizzata al racconto delle novità per il settore primario, senza pregiudizi per le mille sfaccettature della produzione agricola italiana e con l'obiettivo di essere autorevole e sempre gratuita per i lettori.

 

AgroNotizie® dunque si rinnova e guarda al domani, e proprio a futuro e agricoltura è dedicato il contenuto speciale per tutti gli iscritti alla nostra community pubblicato oggi: "L'agricoltura del futuro: comprendi il cambiamento per essere il primo a portarlo in campo", in cui parlo di agricoltura digitale e non solo. 

Per iscriverti alla community e scaricare il contenuto, clicca questo link.


Come vedrai, non è cambiata solo la grafica di AgroNotizie®, ma sono stati fatti innumerevoli miglioramenti legati alle sezioni, alle rubriche, ai vari servizi. Questo è un primo, importante, passo verso le altre innovazioni che pubblicheremo durante questo ventesimo anno di AgroNotizie®… ma di questo ne riparleremo a breve!


Se sei arrivato a leggere fino qui ti chiedo un favore personale. Mi mandi due righe sulle tue prime impressioni di uso del nuovo AgroNotizie®?
Puoi farlo da questa pagina.

Grazie infinite.

Ivano Valmori, direttore responsabile di AgroNotizie®


Pp. Un ringraziamento personale alle persone di AgroNotizie®, Image Line® e Mentine® impegnate personalmente in questo immenso lavoro per l'impegno, la passione e gli sforzi profusi.

lancio-nuova-grafica-agn-15giu22.jpg
Una nuova veste grafica per AgroNotizie: un primo passo nel percorso di rinnovamento per i 20 anni della testata Fonte foto: Image Line