Agroalimentare, si rinnova l'accordo tra Mipaaft e Alibaba

L'obiettivo dell'accordo è quello di promuovere le eccellenze di qualità certificata del nostro Paese e la tutela dei consumatori negli acquisti online

ecommerce-internet-commercio-online-by-robert-kneschke-fotolia-750.jpeg

Il Memorandum of understanding è stato rinnovato per altri due anni
Fonte foto: © Robert Kneschke - Fotolia

La più grande piattaforma di ecommerce a livello mondiale Alibaba e il ministero delle Politiche agricole alimentari, forestali e del turismo hanno rinnovato oggi, 14 dicembre 2018, il Memorandum of understanding.

Questo acccordo della durata di due anni, consolida una collaborazione ormai triennale tra i due attorie e conferma il ruolo strategico del Mipaaft nella promozione delle eccellenze agroalimentari di qualità certificata del nostro Paese e nella tutela dei consumatori negli acquisti online, sotto osservazione dell'ispettorato centrale della tutela della qualità e repressione frodi dei prodotti agroalimentari del ministero delle Politiche agricole che può segnalare direttamente alla piattaforma ecommerce le vendite online irregolari, che cioè usurpano, evocano o sono contraffazioni di indicazioni geografiche tutelate.

"Con l'accordo abbiamo raggiunto un doppio obiettivo: promuovere i nostri prodotti di eccellenza sulla più grande piattaforma di ecommerce in Cina, ampliando la lista dei prodotti certificati, e al tempo stesso tutelarli - ha affermato il ministro Gian Marco Centinaio - Diamo la possibilità ai produttori di allargare il proprio bacino di domanda, conquistare nuove fette di mercato e abbattere le distanze, e nel contempo garantiamo ai consumatori che quei prodotti che trovano sugli scaffali online sono al cento per cento made in Italy". 

"Non dimentichiamo che sull'online l'italian sounding vive e si autoriproduce. Il digitale è la chiave che apre le porte del mondo. Bisogna cogliere le opportunità offerte dalle piattaforme internazionali di commercio, ma anche tutelare i consumatori e le imprese. In questi anni l'accordo con Alibaba ha portato a ottimi risultati".

"Per Alibaba l'ampliamento e il rinnovo di questo accordo rappresentano un'ulteriore conferma del rapporto consolidato di collaborazione con il ministero - ha dichiarato il managing director southern Europe di Alibaba group e general manager Europe di Tmall business developmente Rodrigo Cipriani Foresio – Siamo ancora più orgogliosi che Centinaio abbia scelto la nostra giornata di celebrazione dei tre anni di Alibaba in Italia. L'impegno del gruppo per la protezione dei prodotti Dop e Igp italiani non si ferma".

Con il nuovo accordo, le indicazioni geografiche italiane su tutte le piattaforme del gruppo Alibaba salgono a 26, coprendo così la gran parte delle produzioni italiane più esportate. L'ampliamento della lista di prodotti Dop e Igp includerà anche mortadella di Bologna, Emilia, prosciutto di Parma, Barolo, Vino Nobile di Montepulciano, Vino Valpolicella, olio Sabina, Pecorino Toscano, Grana Padano e olio Garda.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 206.628 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner