Sfalci e potature ridivengono rifiuti?

Per evitare che l'Ue apra una procedura di infrazione, è probabile che il ministero dell'Ambiente cambi la norma nazionale A cura di CICA Bologna, Assistenza tecnica e servizi per lo sviluppo delle imprese

231 Academy CICA Bologna di 231 Academy CICA Bologna

giardinaggio-trattorino-rasaerba-by-sergiogen-fotolia-750.jpeg

Sfalci e potature: tornare il linea con il diritto comunitario
Fonte foto: © Sergiogen - Fotolia

Il ministero dell'Ambiente, con nota n.3983 del 15 marzo 2018, risponde alle osservazioni della Ue in merito alla deroga al regime dei rifiuti degli sfalci e potature di giardini e parchi, che il nostro ordinamento prevede a partire dal 2016.

In altre parole, il ministero sostiene che la norma del dlgs 152/2006 che, appunto, estende la deroga al regime dei rifiuti agli sfalci e potature di parchi e giardini, vada cambiata per tornare in linea col diritto comunitario (direttiva 2008/98/CE).

Per evitare quindi che l'Ue apra una procedura di infrazione è molto probabile che il ministero cambi la norma nazionale.

Assistenza tecnica e servizi per lo sviluppo delle imprese 
nei seguenti settori
Agricoltura
 Progettazione e Sviluppo 
Finanziamenti pubblici agevolati
Organizzazione Aziendale
Energie Rinnovabili
Sito internet:  www.cicabo.it
 

Sito internet:  www.231academy.com

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: 231Academy

Autore:

Tag: leggi e decreti rifiuti

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 203.635 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner