Pac, in Toscana via al pagamento degli anticipi della domanda unica Pac

In arrivo circa 180 milioni di euro. Tulio Marcelli, presidente della Coldiretti regionale: "Boccata di ossigeno per le 45.000 imprese agricole"

Questo articolo è stato pubblicato oltre 3 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

agricoltura-campo-agricolo-trattore-by-hramovnick-fotolia-750.jpeg

Pac, in Toscana iniziano al via i pagamenti della domanda unica di pagamento
Fonte foto: © hramovnick - Fotolia

In questi giorni inizieranno i pagamenti degli anticipi della Domanda unica di pagamento (Dup) presentata dagli agricoltori per l'anno 2016. L'importo totale ammonta a circa 180 milioni di euro.

Per il presidente di Coldiretti Toscana Tulio Marcelliè una vera e propria boccata di ossigeno per le 45.000 imprese agricole che hanno presentato domanda, soprattutto dopo il crollo dei prezzi dei prodotti agricoli”.

La Commissione Europea ha infatti autorizzato gli stati membri a versare fino al 70% dei pagamenti diretti richiesti nel 2016.

Artea, l'organismo pagatore per la Toscana ha così disposto l'erogazione dell'anticipo del 70% (il massimo anticipo concesso) dei pagamenti diretti spettanti a ciascun agricoltore.

I pagamenti diretti spettanti ad ogni agricoltore corrispondono alla somma del pagamento di base, del pagamento greening e al pagamento per i giovani agricoltori.

Restano esclusi dal pagamento degli anticipi gli aiuti accoppiati e gli importi/titoli derivanti dall'accesso alla riserva nazionale avanzata per il 2016. Anche i produttori per i quali il controllo amministrativo ha riscontrato delle consistenti anomalie non potranno beneficiare di questa prima fase di pagamento.

Dal 1° dicembre, poi, non appena saranno effettuati i controlli per tutti i settori di pagamento, Artea potrà procedere con l'erogazione dei saldi.

"I nostri Centri di assistenza agricola – dice Antonio De Concilio, direttore di Coldiretti Toscana – presenti in modo capillare su tutto il territorio regionale sono a disposizione di tutti gli agricoltori che intendono verificare la propria situazione".

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 221.771 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner