Irrigazione, la stagione sarà regolare

Francesco Vincenzi, presidente dell'Anbi: "Si conferma la necessità di un piano nazionale degli invasi, soprattutto al Nord"

Questo articolo è stato pubblicato oltre 5 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

irrigazione-campi-irrigati-by-deyan-georgiev-fotolia-750x562.jpeg

Irrigazione, nonostante il caldo si preannuncia regolare la stagione 2015
Fonte foto: © Deyan Georgiev - Fotolia

Nonostante il caldo torrido, non dovrebbero registrarsi difficoltà nell’irrigazione a servizio di quelle produzioni agricole, che rappresentano l’84% del made in Italy agroalimentare”: lo afferma l’Anbi, Associazione nazionale dei consorzi di gestione e tutela del territorio e delle acque irrigue sulla scorta di dati, che indicano riempimenti medi superiori al 50% della capacità.

La recente criticità idrica registrata nelle campagne dell’Alto Mantovano – commenta il presidente Francesco Vincenzi testimonia però la necessità di un Piano nazionale degli invasi a servizio dell’agricoltura, cui solo marginalmente può rispondere il Piano irriguo nazionale, la cui dote finanziaria si è ridotta, nel corso degli anni, a soli 300 milioni di euro.
Soprattutto al Nord, tradizionalmente abituato ad un clima temperato, i cambiamenti climatici stanno concentrando molteplici interessi, talvolta confliggenti, sulla risorsa idrica, nonostante la legge indichi l’uso agricolo come priorità dopo l’utilizzo per scopo umano. L’esempio più evidente, ma non l’unico, è il contrasto di interessi con il settore della produzione di energia idroelettrica: nel momento, in cui le campagne sono assetate, si centellinano i rilasci idrici verso valle in base alle richieste industriali ed in vista del forte aumento di richiesta energetica, dovuto all’attivazione dei condizionatori.
La realizzazione di bacini collinari o di pianura ridurrebbe fortemente le ricorrenti tensioni fra interessi, che divengono contrapposti anche se, in realtà, complementari
".

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 234.741 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner