'La nuova sicurezza alimentare europea'

Parte la campagna cofinanziata dall'Unione Europea e dallo Stato Italiano: 4 milioni di euro per affermarsi in Paesi come Italia, Germania, Polonia e Repubblica Ceca

Questo articolo è stato pubblicato oltre 11 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

mele-speck-vini-alto-adige.jpg

Mele, speck e vino dell'Alto Adige

Mele, speck e vino dell'Alto Adige tutti insieme appassionatamente con la benedizione dell'Unione Europea. L'Unione Europea ha approvato un programma di sostegno per la mela e lo speck Alto Adige Igp e per i Vini Doc Alto Adige per un importo complessivo di 4 milioni di euro, di cui il 70% a carico di Europa e Stato Italiano, e il 30% a carico dei partner del progetto.

Una campagna triennale che coinvolgerà Germania (45% del budget), Italia (32%), Repubblica Ceca (11%) e Polonia (12%). I primi due Paesi sono stati scelti perché sono i mercati principali in cui è opportuno rafforzarsi, gli altri sono i mercati emergenti dell'Est con maggiori possibilità di penetrazione. La campagna della durata di tre anni punterà all'aumento della notorietà dei marchi di qualità Igp e Doc. I temi centrali saranno la qualità e la sicurezza dei prodotti.

Il 67% della promozione avverrà tramite inserzioni su riviste di cucina o generaliste, il 22% tramite fiere ed eventi, il 10% in contatti diretti di pubbliche relazioni, l'1% sul sito web unificato quadrilingue www.suedtiroler-originale.info, che si apre con lo slogan 'Tre originali, un piacere unico'.

Previsti anche 550 cartelloni di grandi dimensioni in Italia e 600 in Germania. Ci sarà una brochure informativa stampata in 475.000 copie.

Il progetto è nato per sensibilizzare il consumatore alla crescente importanza della qualità concreta, ovvero una qualità misurabile per quanto concerne la sicurezza e l'igiene alimentare.

'Siamo molto soddisfatti della campagna informativa sui prodotti di qualità dell'Alto Adige e siamo convinti che dalle iniziative pubblicitarie integrate possano nascere sinergie molto efficaci' - ha ammesso Franz Mitterrutzner del Consorzio Speck.

 

Il capofila del progetto è il Consorzio Mela Alto Adige, i partner sono il Consorzio Speck Alto Adige e il Consorzio Cantine Produttori Alto Adige. Il programma comporta una combinazione perfetta dei prodotti identificati dai marchi internazionali come prodotti di qualità dell'Alto Adige. Obiettivi del progetto:

- Aumento della notorietà e importanza dei marchi di qualità Igp e Doc, quali sinonimi di qualità controllata e certificata

- Promozione dell'agricoltura sostenibile in Europa e mantenimento della crescita e dell'occupazione nelle zone rurali

- Affermazione dei marchi presso i distributori ed i consumatori finali e costante incremento della domanda

- Maggiore diffusione di prodotti alimentari sani e sicuri

- Creazione di una cultura delle specialità regionali all'interno dell'Unione Europea

- Tutela della denominazione dei prodotti da possibili abusi o contraffazioni

Il progetto si svilupperà coinvolgendo diversi pubblici attraverso attività di PR, partecipazioni a fiere (in Italia 'Artigiano in Fiera' 2008 e 2009), degustazioni di Speck Alto Adige Igp e Mela Alto Adige Igp al Point of sales (260 giorni nel 2008/2009 nei supermercati italiani); anche per i Vini Doc Alto Adige, iniziative di promozione a Milano e a Roma nel 2008 e 2009.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 207.913 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner