Agricoltura di montagna, in mostra ad Agrimont

Dal 28 al 30 marzo, poi dal 4 al 6 aprile, Longarone Fiere (Belluno) ospita la 29ma edizione di Agrimont

Questo articolo è stato pubblicato oltre 11 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

agrimont-panoramica-240.jpg

La rassegna, che registra quest'anno il tutto esaurito in termini espositivi (246 i marchi aziendali presenti da 16 regioni italiane 12 Paesi esteri) si presenta con tutte le carte in regola per offrire alle migliaia di visitatori una gamma di proposte quanto mai completa e in grado di soddisfare ogni tipo di esigenza. Oltre alle macchine per l'agricoltura e alle attrezzature per la zootecnica, un ampio spazio viene riservato ai lavori boschivi e alle attrezzature più innovative per la raccolta, il trattamento e l'utilizzo delle biomasse forestali. In questo senso Agrimont propone un panorama esaustivo delle attrezzature legate al risparmio energetico con la presenza di diverse aziende del settore del riscaldamento che proporranno le ultime soluzioni in fatto di stufe, caldaie e sistemi di riscaldamento innovativi. Sempre ampia si presenta, infine, l'offerta di prodotti agroalimentari tipici, caratteristici della montagna e delle diverse regioni italiane. In questo senso saranno sicuramente apprezzate le proposte della Cooperativa agricola La Fiorita e del Consorzio di Tutela del Mais Sponcio in un grande stand dove potranno essere degustati polenta, formaggi e salumi bellunesi, nonché piccoli assaggi di biscotti, pane a base di farina di mais Sponcio e birra.

Uno spazio di rilievo è assunto inoltre da Veneto Agricoltura, che ha allestito uno specifico spazio espositivo, dove, in particolare, sono attivi tre sportelli informativi con la presenza di esperti nei settori della filiera legno-energia, del biogas e dei biocarburanti; in programma, anche l'illustrazione delle attività nel comparto delle bioenergie realizzate dai Gal-Gruppi di Azione Locale nell'ambito del Programma Leader +.

Anche quest'anno un ruolo importante è occupato dalla zootecnìa, con numerose aziende di prodotti e di attrezzature specifiche e le ormai tradizionali rassegne dedicate alle diverse razze di bovini, ovini ed equini, organizzate dall'Associazione Provinciale Allevatori di Belluno. Tra le novità va segnalata l'apertura durante la fiera, di uno sportello per l'iscrizione all'anagrafe degli equidi (cavalli, muli, asini, bardotti), dove i possessori degli animali possono direttamente iscrivere il proprio animale secondo la nuova normativa nazionale approvata dal ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali.

Accanto al panorama espositivo, ad Agrimont vengono organizzati anche numerosi momenti di approfondimento, promossi in collaborazione con la Regione Veneto, la Provincia di Belluno e associazioni e consorzi di settore. Nel primo week end sono in programma i seguenti convegni: sabato 29 alle ore 9 l'incontro sul tema: 'I Gruppi di Azione Locale (GAL) per lo sviluppo delle Bioenergie: dal Leader Plus al Psr 2007 - 2013' organizzato da Veneto Agricoltura, in collaborazione con la Direzione Programmi Comunitari della Regione Veneto, mentre alle ore 11 ci sarà la conferenza sul tema: 'Progetto valorizzazione lana Alpago' a cura della Comunità Montana dell'Alpago. Per domenica 30, alle ore 10.30 è invece in programma il convegno informativo su 'Progetto Biogas - Studio di fattibilità per l'inserimento di impianti di produzione energetica da biogas in aziende agricole della provincia di Belluno' a cura della Provincia di Belluno, La Dolomiti Ambiente Spa, En & En Srl e GSP - Gestione Servizi Pubblici Spa. Nel pomeriggio di sabato 29 marzo sarà possibile partecipare alle dimostrazioni teoriche e pratiche dell'innesto e della potatura, a cura dell'Istituto Agrario 'A. Della Lucia' di Feltre.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 186.986 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner