Le aziende agrarie sperimentali delle Università italiane

Appuntamento alle 11.00 alla Scuola di agraria dell'Università degli Studi di Bologna il 19 giugno 2018. L'evento rientra nell'ambito delle 12° Giornate scientifiche Soi

agricoltura-campo-campi-rsooll-fotolia-750x447.jpeg

Bologna, 19 giugno 2018
Fonte foto: © rsoll - Fotolia

Il prossimo 19 giugno alle 11.00 si terrà alla Scuola di agraria dell'Università degli Studi di Bologna il workshop "Le aziende agrarie sperimentali delle Università italiane" organizzato da Rino Ghelfi e Raffaele Testolin nell'ambito delle 12° Giornate scientifiche Soi dalle 11.00 alle 13.00.

Su 25 sedi universitarie italiane con corsi di laurea agroforestali, 16 dispongono di aziende agrarie. La Soi ritiene che l’azienda sperimentale agraria sia uno strumento insostituibile per la didattica, la ricerca e il trasferimento tecnologico. Il 13 maggio 2016 si è svolto a Udine un primo incontro nazionale, che ha messo in evidenza le ricchezze e le criticità di queste realtà. Questo workshop vuole continuare alcune riflessioni iniziate a Udine.
 

Programma

I lavori saranno aperti da Mirko Degli Esposti, prorettore vicario e presidente dell'azienda agraria dell'Università di Bologna. Ivana Bassi dell'Università di Udine presenterà i risultati dell'indagine sulle aziende sperimentali agrarie delle università italiane, mentre Bettina Riedel dell'Università di Bologna illustrerà i primi risultati del progetto Horizon 2020 Plaid.

Il presidente di Aissa Marco Marchetti spiegherà il ruolo delle aziende agrarie universitarie nelle nuove lauree professionalizzanti, e Rino Ghelfi, direttore delle aziende agrarie dell'Università di Bologna, esporrà i problemi e le prospettive della sostenibilità economica delle aziende agrarie universitarie.

Seguirà la discussione moderata da Raffaele Testolin dell'Università di Udine.

Scopri il programma del workshop "Le aziende agrarie sperimentali delle Università italiane"

Scopri i dettagli delle 12° Giornate scientifiche Soi

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 191.588 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner