Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
30 anni di Image Line
Una Mano per i Bambini

Mercati, news dall'estero

Notizie dal mondo nella settimana dal 23 al 30 ottobre 2017

Duccio Caccioni di Duccio Caccioni

ortofrutta-cereali-mercati-duccio-caccioni-agronotizie-mondo.jpg

La situazione dei mercati in Cina, Ue e Spagna

Mondo

Le ultime stime diramate dall'International grain council mostrano che la produzione di cereali e soia per l'annata corrente si manterrà leggermente più bassa rispetto a quella precedente (2.075 milioni di tonnellate contro 2.133 milioni di tonnellate).

I consumi sono visti in aumento e dovrebbero oltrepassare i 2,1 miliardi di tonnellate – la crescita dovrebbe esser causata dal maggior consumo di grano per alimentazione umana e mais per alimentazione animale e industria. Dopo 4 anni in cui gli stock totali sono stati in aumento per quest'anno si prevede invece una contrazione dovuta soprattutto all'aumento di consumo di mais in Cina.

Il commercio internazionale dovrebbe rimanere brillante vista soprattutto la forte domanda di prodotti per la alimentazione animale della Cina (oltre al mais, la soia).
(fonte: International grain council) 
 

Cina

La produzione cinese di soia è passata da 12,9 a 14,4 milioni di tonnellate. Anche l'importazione di semi oleosi (principalmente soia) è prevista in aumento: si dovrebbe passare da 99,8 a 101,1 milioni di tonnellate.

Lo sviluppo del Pil cinese dovrebbe essere per il 2017 pari al 6,7% - la crescita economica porta a un aumento della richiesta di proteine animali con conseguente ammodernamento del settore zootecnico.
(fonte: Usda)  
 

Ue 

L'importazione di prodotti agroalimentari della Ue è in aumento.
Nel 2016 secondo i dati diramati da Eurostat la Ue ha importato 93 milioni di tonnellate di prodotti agroalimentari per una spesa totale di 101 miliardi di euro. Rispetto a 5 anni fa (2012) vi è stato un incremento del 6% in volume e del 18% in valore.

I paesi da cui si importa maggiormente sono il Brasile (9 miliardi di euro), gli Usa (7 miliardi di euro), la Norvegia (6,8 miliardi di euro), l’Argentina (5,4 miliardi di euro), la Cina (4,8 miliardi di euro) e la Turchia (4,5 miliardi di euro).
(fonte: Eurostat)
 

Spagna

La Spagna esporta frutta e ortaggi sopra tutto verso i paesi della Ue.
I dati Fepex rivelano che nella scorso mese di Luglio il 94,2% delle esportazioni ortofrutticole spagnole è stato indirizzato verso i paesi Ue, il 2,3% verso paesi europei non Ue e il 3,5% verso paesi extra Ue.

In luglio i due paesi Ue dove si è registrato un record delle esportazioni sono la Germania (+3% rispetto allo stesso mese del 2016) e l’Italia (+28% per un totale di 506.000 tonnellate).
(fonte: Fepex)

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: agroalimentare import/export prezzi mercati cereali

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner

Newsletter

L'ultimo numero di AgroNotizie è stato spedito il 11 gennaio a 134.820 lettori iscritti: leggilo ora »

* acconsento al trattamento dei miei dati personali per le finalità indicate nell'informativa sulla privacy