Fotografie a infrarossi per monitorare possibili focolai di punteruolo rosso

Il progetto sperimentale è stato avviato a Sanremo il 17 marzo, appena concluso il Dies Palmarum

Questo articolo è stato pubblicato oltre 11 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

centro-studi-ricerche-palme-sanremo.jpg

Una ricognizione aerea ha cominciato a fotografare con pellicola a raggi infrarossi il territorio compreso tra il confine e la città di Imperia per monitorare e individuare la presenza di palme sofferenti, colpite dal rincoforo rosso ma che ancora non hanno manifestato segni riconoscibili.
Il progetto finanziato dal Comune di Sanremo si propone come ulteriore strumento per verificare la presenza sul territorio di nuovi focolai, che grazie alle moderne tecniche a infrarossi possono essere scovati e 'impressi'. Se dalle immagini emergeranno zone di contrasto, possibili focolai di epidemia, allora la task force del Centro Studi e Ricerche per le Palme di Sanremo interverrà per verificare la presenza effettiva o meno del parassita rosso e agire immediatamente attraverso le terapie endoterapiche prospettate nella giornata di ieri e già ampiamente sperimentate in Sicilia, sui palmeti di Palermo e Catania. 'Grazie al Comune di Sanremo – ha detto Claudio Littardi del Centro Studi per le Palme di Sanremo – potremo sperimentare una nuova tecnica preventiva, di appoggio e sostegno alla verifica attenta e minuziosa che già viene effettuata dai tecnici e dagli operatori comunali su ogni palma' . Gli aerei si alzeranno in volo da Albenga e impressioneranno tutto il territorio, anche i palmeti di proprietà privata, fino al confine. Un'attenzione maggiore sarà riservata alle coste e alla zona dove lo scorso novembre sono stati rintracciati i primi esemplari.

 

Approfondimenti tratti dalle relazioni presentate durante 'Dies Palmarum', Sanremo, 12-14 marzo 2008

Galleria Fotografica e comunicati - a cura di Federico Crespi & Associati - tutte le foto relative a Dies Palmarum

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 203.193 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner