Aipp: rinnovato il Consiglio direttivo

I nuovi eletti si insedieranno dal 1° gennaio 2020, restando in carica fino al 31 dicembre 2022

germoglio-piante-pianta-singkham-fotolia-750.jpeg

L'elezione sarà ratificata all'assemblea annuale dell'Associazione che si terra a Roma il 21 novembre 2019
Fonte foto: © singkham - Fotolia

Sono terminate le votazioni per la nomina dei membri del Consiglio direttivo e del Collegio dei revisori dei conti dell'Associazione italiana per la protezione delle piante, Aipp.

Sono risultati eletti per il Consiglio direttivo: Caffi Tito e Mazzoni Emanuele (entrambi docenti dell'Università del Sacro cuore di Piacenza), Cantoni Alberto (tecnico di Bayer), Caponero Artuto (fitoiatra dell'Alsia), Coatti Mauro (tecnico di Syngenta), Collina Marina (docente dell'Università di Bologna), D'Ascenzo Domenico (del Servizio fitosanitario della Regione Abruzzo), Germinara Salvatore Giacinto (docente dell'Università di Foggia), Romanazzi Gianfranco (docente dell'Università delle Marche), Tosi Lorenzo (tecnico di Agrea).
I nominativi eletti per il collegio dei revisori dei conti sono i seguenti: Casola Franco, Fedele Giorgia, Legler Sara Elisabetta, D'Arcangelo Mauro Eugenio Maria (supplente), Pollastro Stefania (supplente).

L'elezione sarà ratificata in occasione dell'assemblea annuale dell'Associazione che si terra a Roma il 21 novembre prossimo, in occasione del convegno sulle nuove normative europee sulla sanità delle piante; i nuovi eletti si insedieranno dal 1° gennaio 2020, restando in carica fino al 31 dicembre 2022.

La società scientifica Aipp ha lo scopo di diffondere la conoscenza dei  metodi e dei mezzi per la protezione delle piante, si tratta di un'associazione multisettoriale e interdisciplinare. Non a caso tra i suoi iscritti, oltre ai ricercatori e ai tecnici pubblici e delle industrie private, sono in aumento i "consulenti fitosanitari" e i componenti dei centri di saggio.

"Nel passato triennio l'Aipp si è concentrata nel riorganizzare la propria struttura per renderla più funzionale e moderna - ha dichiarato il presidente uscente, professor Vittorio Rossi - aprendosi anche al mondo dei social (la sua pagina Facebook conta oggi circa 1.400 iscritti, che animano otto gruppi tematici di discussione) e collaborando con altre associazioni in iniziative tecniche e divulgative. Ad esempio ha stipulato un accordo di partenariato con Giornate fitopatologiche e dato avvio ai 'Giovedì dell'Aipp', appuntamenti biennali in cui fare il bilancio fitosanitario delle principali colture. Ha anche realizzato una prima edizione di corsi per tecnici addetti alla sperimentazione sui prodotti fitosanitari, e partecipato a tavoli tecnici e scientifici nazionali e internazionali. Al nuovo Consiglio auguro un buon lavoro, assicurando la mia collaborazione in continuità con le iniziative avviate e da portare a termine".