Oxir: rivoluzione agricola ad Eima 2021

Dopo Macfrut 2021, l'innovativa tecnologia di Met e Gamberini che sfrutta il potere igienizzante dell'ozono arriva a Bologna

Contenuto promosso da MET Medical Equipments Technologies
team-oxir-met-gamberini.jpg

Team Oxir pronto per Eima 2021
Fonte foto: Met

Ha riscosso grande successo all'ultima edizione di Macfrut ed è pronta a conquistare consensi anche ad Eima International 2021. Si tratta della soluzione Oxir di Met e G.R. Gamberini con una tecnologia che - finanziata nell'ambito del prestigioso programma Horizon 2020 - sfrutta il potere igienizzante dell'ozono per proteggere le colture, ponendo le basi per un'agricoltura a residuo zero rispettosa dell'ambiente, dell'operatore e del consumatore finale.

Dopo Rimini, anche Bologna rappresenta un palcoscenico ideale per presentare l'innovativa formula sviluppata in sinergia dalle due aziende bolognesi, entrambe presenti nello stand A12, al padiglione 20. Met è un punto di riferimento nella progettazione di generatori ad ozono utilizzabili in diversi settori, mentre Gamberini è specializzata nella realizzazione di attrezzi per la difesa delle piante, come impolveratori pneumatici, atomizzatori, nebulizzatori a basso volume d'acqua e gruppi diserbo.

Difesa green con Oxir

La soluzione di ozonoterapia Oxir si basa su un approccio semplice e green, ma anche altamente tecnologico, che prevede di mettere in acqua ciò che è nell'aria. L'ozono (un ossidante) viene disciolto in acqua e, agendo come un raggio laser, ustiona solo il patogeno target senza danneggiare la pianta, protetta dalle cere naturali. Garantisce così un effetto di sanificazione che non ha conseguenze per la coltura, ma anzi contribuisce alla lotta ai parassiti e alla riduzione del carico fungino, microbico e batterico.

Oxir in azione in vigneto
Oxir in azione in vigneto

Disponibile in varie configurazioni adattabili a diverse colture ed esigenze, Oxir consentirà agli agricoltori europei di risparmiare migliaia di euro all'anno - a seconda del tipo di coltura trattata - grazie alla riduzione dell'uso di sostanze chimiche e della manodopera. In più, azzerando i residui su piante, falde e terreno, permetterà di tutelare la salute dell'operatore e del consumatore finale.

Il valore innovativo della tecnologia - frutto della vasta ricerca di Met e dell'esperienza decennale di Gamberini - è stato riconosciuto anche dall'Unione Europea che è rimasta colpita dalla validità scientifica e dalla facilità di applicazione.

Per ulteriori informazioni su Oxir è possibile contattare le due imprese consultando questa pagina.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 268.463 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner