Dopo un anno di lavori per trasformarlo in un vero e proprio parco tematico, il 7 luglio 2021 torna Fico, il parco agroalimentare bolognese, erede del concetto di Expo Milano 2015 e simbolo della Food valley.


Il nuovo Fico

"Fico ha avviato un nuovo piano di rilancio che riprogetta e mette a fuoco l'esperienza del visitatore, trasformandosi in un experience park, un parco tematico che stimola i cinque sensi e coniuga passione per il cibo e divertimento - racconta Stefano Cigarini, il nuovo amministratore delegato di Fico Eataly World - e che offrirà trenta nuove attrazioni".

Il piano di sviluppo di Fico è stato voluto e finanziato dai soci Eataly e Coop alleanza 3.0 per oltre cinque milioni di investimento e supportato dal Fondo Pai-Parchi agroalimentari italiani, che detiene la proprietà dell'area, costituito e gestito da Prelios SGR.


Le novità

Il nuovo Fico si estenderà su circa quindici ettari, divisi in sette aree tematiche. Mondi dedicati alle grandi eccellenze italiane: area dei salumi e dei formaggi, della pasta, del gioco e dello sport, del vino, dell'olio e dei dolci.

Completa il parco un luna park contadino, Luna Farm, con le sue quattordici attrazioni firmate Zamperla, il più grande produttore italiano del settore.

Con il nuovo progetto prendono vita le tredici fabbriche presenti a Fico. Una serie di show multimediali con proiezioni animate sulle loro vetrate, grazie anche a speciali pellicole polarizzate, permettono di osservarne il funzionamento, simulandone il processo produttivo e svelando i macchinari in esse contenuti.

Pillole di scienza e curiosità aspettano invece in visitatori nelle cinque giostre multimediali, sviluppate in collaborazione con la rivista Focus. Si tratta di padiglioni dove scoprire gli elementi primordiali legati al rapporto fra l'uomo e il cibo.

Gli animali della fattoria sono invece protagonisti già dall'ingresso, ad accogliere i visitatori, mentre quelli da cortile si trovano lungo il percorso all'interno del parco. Sarà possibile mungere una mucca, strigliare un cavallo, nutrire una capretta o le galline, accarezzare un coniglio, imparando allo stesso tempo come prendersi cura di loro sotto l'occhio vigile del fattore di Fico.


I commenti dei protagonisti

"Fico conferma la sua vocazione di luogo in cui raccontare la filiera agroalimentare italiana attraverso esperienze a tema che oggi sono ancora più coinvolgenti e divertenti - dichiara Nicola Farinetti, amministratore delegato di Eataly Spa -. Oggi si presenta come un food park completamente rinnovato e unico al mondo, pronto a riprendere lo svolgimento di quel percorso di conoscenza imprescindibile nella formazione di adulti e bambini attraverso percorsi che stimolano gli individui ad una maggiore consapevolezza alimentare".

La riapertura di Fico - specifica Stefano Dall'Ara, direttore partecipate Coop alleanza 3.0 - riteniamo sia un driver importante per la ripartenza del settore turistico. Il parco, con la sua dimensione non solo nazionale ma anche internazionale, potrà giocare un ruolo importante valorizzando anche le eccellenze del nostro Paese".

Alessandro Busci, head of fund management di Prelios Sgr dichiara: "L'avvento del Covid-19 e i conseguenti interventi di contenimento della pandemia ci hanno posto nella condizione di poter e dover ripensare il format di Fico. Si è fatto leva sia sulle esperienze positive registrate nei primi due anni dall'inaugurazione, sia sulle aree di miglioramento che si sono evidenziate. I trend mondiali di medio-lungo periodo evidenziano dati in crescita nel settore turistico e in quello dei parchi di divertimenti. Questo consentirà al Fondo Pai e ai suoi investitori e stakeholder di conseguire risultati positivi in termini sia economici sia di ricadute sull'economia reale e sul fronte sociale".

"Fondazione Fico riparte insieme al parco, che affiancherà con la sua attività di promozione della sostenibilità agroalimentare dalla produzione al consumo, di sensibilizzazione sulla sicurezza alimentare e gli stili di vita e di alimentazione sani e salutari - afferma Andrea Segrè, presidente di Fondazione Fico per l'educazione alimentare e alla sostenibilità - La fondazione indicherà e sosterrà con forza la dieta mediterranea e tutti potranno contribuire a sostenere l’azione della fondazione e diventare supporters di Fondazione Fico. Sarà il nostro patto con il cibo per il benessere delle generazioni attuali e future".
fico-riapertura-2021-fonte-fico.jpeg
Il piano di sviluppo di Fico è stato voluto e finanziato dai soci Eataly e Coop alleanza 3.0