Psr Sicilia, corre la spesa pubblica a giugno

Nel mese scorso spesi oltre 32 milioni sulle misure agroambientali. L'assessore Bandiera: "Siamo alle soglie del miliardo di euro erogato alle imprese agricole"

Mimmo Pelagalli di Mimmo Pelagalli

banconote-soldi-euro-by-wolfilser-fotolia-750.jpeg

L'avanzamento della spesa sarebbe ormai ad oltre il 45,7%
Fonte foto: © Wolfilser - Fotolia

La Regione Siciliana sta lavorando alacremente per raggiungere l'obiettivo di azzeramento della soglia di disimpegno automatico del Fondo europeo per l'agricoltura e lo sviluppo rurale. E con l'avanzamento di spesa al 30 giugno il Programma di sviluppo rurale Sicilia 2014-2020 guadagna altre posizioni, registrando un'ulteriore spesa effettiva nel mese scorso di circa 32 milioni di euro.

Ne dà notizia l'assessore regionale per l'Agricoltura Edy Bandiera: "Al momento dell'insediamo del Governo Musumeci la cifra erogata era di 348 milioni di euro, con questi ulteriori 32 milioni, siamo alle soglie del miliardo di euro di somme effettivamente erogate alle aziende agricole".

Considerato che il budget del Psr Sicilia è di oltre 2 miliardi e 184 milioni, l'avanzamento di spesa - secondo quanto riferito dall'assessore Bandiera - sarebbe quindi oltre il 45,7%, contro l'ultimo dato ufficiale fornito da Agea, aggiornato al 30 aprile, pari al 41,10% e con una spesa pubblica totale attestata a 897,7 milioni e un incremento in soli due mesi che si avvicinerebbe ai 100 milioni di euro. Continuando a questo ritmo, l'obiettivo del pieno impiego delle risorse comunitarie dovrebbe essere abbastanza vicino.

Attualmente, il lavoro dell'assessorato Agricoltura della Regione Siciliana verte soprattutto sullo sblocco dei pagamenti del Psr rimasti incagliati nell'organismo pagatore nazionale Agea. Nel solo mese di giugno sono stati erogati a favore degli agricoltori siciliani, a seguito di tale lavoro, oltre 32 milioni e 139mila euro che hanno raggiunto 3.339 aziende agricole siciliane, a valere sulle misure agroambientali del Psr.

Per quanto attiene il report di giugno, i 32 milioni di euro di finanziamenti erogati riguardano, nello specifico, le misure 10 e 11 del Psr Sicilia 2014-2020, ovvero i "Pagamenti agro-climatico-ambientali" a sostegno delle pratiche agricole a basso impatto ambientale, atte a preservare il suolo e migliorare la fertilità dei terreni ed il mantenimento dell'agricoltura biologica, strategica per la tutela dell'ambiente e la salute dei consumatori.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 234.564 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner