Centenario di Confagricoltura, Giansanti: "E' ora di costruire il futuro"

"Sarà un anno non celebrativo, ma di lavoro" commenta il presidente dell'organizzazione agricola in chiusura della due giorni a Villa Blanc

tajani-giansanti-demicheli-talk.jpg

Da sinistra: Tajani Giansanti Demicheli

"È il momento di guardare oltre e di costruire il futuro". Così il presidente di Confagricoltura, Massimiliano Giansanti in conclusione di "Identità e futuro", il primo di una serie di eventi organizzati in occasione del centenario dell'organizzazione agricola, tenutosi a Villa Blanc realizzato in collaborazione con Luiss business School. "Abbiamo avviato un percorso di programmazione a lungo periodo" ha spiegato il numero uno di Confagricoltura, aggiungendo: "Guardiamo avanti con coraggio e determinazione, forti della nostra storia e della nostra identità".

Paola De Micheli, a capo del dicastero delle Infrastrutture e dei trasporti, ha annunciato un piano strategico con investimenti per 200 miliardi di euro, puntando su intermodalità (rotaie-porti) e maggiore interconnessione Nord-Sud. "Fondamentale l'ottimizzazione della rete infrastrutturale, sia materiale sia immateriale - ha puntualizzato Giansanti -. Permette di ottenere efficienza, abbattere costi ed essere più competitivi".

Il primo talk show dei due in programma ha riguardato sostenibilità, stili di vita per l'Italia di domani, e ha visto intervenire il presidente della Commissione affari costituzionali dell'Eurocamera Antonio Tajani e il presidente del Coni Giovanni Malagò. A livello europeo, si è detto nel dibattito, andrà governato il dopo-Brexit e rivista la politica agricola comune con adeguate risorse nel bilancio pluriennale. Quindi si è affrontata la questione dei dazi che frena l'export e richiede diplomazia e accordi bilaterali dell'Unione europea.

Tra le questioni in primo piano poi le Olimpiadi Milano-Cortina 2026. "C'è - ha evidenziato il presidente di Confagricoltura - una stretta relazione tra sport, salute e alimentazione (dieta mediterranea) a cui si aggiungono i temi di qualità, sicurezza alimentare, etichettatura, che le Olimpiadi dovranno esaltare ulteriormente quando lo sport e l'Italia saranno in vetrina".

L'agroalimentare al centro dell'economia nazionale è stato invece l'argomento al centro del secondo talk show e ha coinvolto i presidenti delle Commissioni agricoltura di Camera e Senato Filippo Gallinella e Gianpaolo Vallardi, il direttore di Ismea e nuovo capo del gabinetto Mipaaf Raffaele Borriello, il dirigente di Telecom Carlo Nardello, il vicepresidente di Granlatte Gianluca Ferrari. Si è parlato di cambiamenti climatici, sostenibilità, innovazione, semplificazione, telecomunicazioni e digitalizzazione del paese, aggregazioni di filiera.

"Tutti questi - ha concluso Massimiliano Giansanti - sono temi trasversali che coinvolgono pienamente le imprese agricole e sollecitano un'agenda operativa di Parlamento e Governo e partenariati d'investimenti. Confagricoltura ha in programma nel corso dell'anno numerosi incontri con il mondo della politica, istituzioni e stakeholder che culmineranno, nei prossimi mesi, con l'evento ufficiale dei cento anni".

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 243.871 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner