Vino, l'export tocca i 3 miliardi nel primo semestre 2019

Il fatturato sui mercati esteri ha toccato un nuovo record grazie a trend positivi sui principali mercati di destinazione. Veneto, Trentino, Toscana e Piemonte trainano le vendite all'estero

Lorenzo Pelliconi di Lorenzo Pelliconi

vino-rosso-bicchieri-by-anaumenko-fotolia-750.jpeg

Il vino italiano continua a crescere all'estero
Fonte foto: © anaumenko - Fotolia

Non si arresta per il momento la corsa del fatturato del vino italiano all'estero. Nei primi sei mesi del 2019 l'export di vino made in Italy nel mondo ha toccato i 3 miliardi di euro in valore, mettendo a segno un +3,1% rispetto al primo semestre 2018, che si era fermato a 2,9 miliardi.

Secondo i dati Istat, rielaborati dall'Osservatorio Qualivita Wine, le vendite estere hanno registrato aumenti sui mercati Usa e Germania, rispettivamente +1,9% e 3,7%, ovvero i mercati di sbocco principali per il vino italiano, mentre si sono contratti altri mercati storici come Regno Unito (-1,9%) e Svizzera (-0,8%).

Bene anche in Francia (+9,3%), Paesi Bassi (+14,2%) e Giappone (+15%), quest'ultimo propiziato dagli accordi di libero scambio con l'Europa. Positivo seppure con percentuali minori il mercato cinese (+4,9%), mentre ottime performance il vino italiano le registra in Russia (+14,7%), Polonia (+20,7%) e Corea del Sud (+14,6%). Sul fronte delle quantità commercializzate, il trend è positivo per un largo +8,8%, con quantità in crescita in Europa e Asia e una leggera flessione sui mercati americani.

A tirare la volata dell'export made in Italy sono, fra le regioni, Veneto (+3,6%), Piemonte (+4,9%), Toscana (+4,3%) e Trentino Alto Adige (+2,4%), che insieme sommate raggiungono quota quasi 2,3 miliardi di euro di export, pari al 76% del totale di valore dell'export italiano nel primo semestre dell'anno.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Qualivita

Autore:

Tag: vino viticoltura mercati made in italy vitivinicoltura

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 202.191 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner