Marche, al via i corsi di operatori agroalimentari per disoccupati

Sono 48 percorsi formativi completamente gratuiti, finanziati dal fondo sociale europeo con oltre 2 milioni. Le prime scadenze già in questi giorni. All'interno il link a tutti i bandi

corsi-agricoltura-libri-by-matteo-giusti-agronotizie.jpg

Corsi professionali, le Marche ne aprono 48 nel settore agroalimentare
Fonte foto: Matteo Giusti - Agronotizie

Le Marche presentano il nuovo pacchetto di corsi rivolti a disoccupati per il settore agroalimentare, un pacchetto che comprende 48 percorsi formativi, tutti gratuiti, finanziati dal Fondo sociale europeo con oltre 2 milioni di euro.

I corsi spaziano dall'apicoltore al maestro di bottega enogastronomo, dal coltivatore di piante officinali al maniscalco, dal vignaiolo al tartufaio, all'olivicoltore al casaro, oltre a percorsi sulla birra artigianale, la norcineria, la gelateria, la pasta, la floricoltura, i vivai, gli allevamenti.

A presentarli nei giorni scorsi ad Ancona è stata l'assessore regionale all'Istruzione, alla formazione e al lavoro Loretta Bravi, di fronte a una platea di oltre duecento persone interessate.

Per l'assessore, innovare le competenze partendo dalle tradizioni tipiche locali, favorire la formazione di imprenditoria giovanile e il passaggio generazionale nelle imprese, sono i principali obiettivi in una regione a forte vocazione agricola come le Marche.

Dei 48 corsi, 30 sono finalizzati al rilascio di qualifiche o specializzazioni ricomprese nel tabulato regionale, con tirocini pratici fino ad un massimo del 30% delle ore totali, mentre 18 sono percorsi formativi di aggiornamento che mirano a trasmettere le conoscenze e le competenze necessarie per facilitare l'inserimento lavorativo dei disoccupati nel settore agroalimentare.

In uscita, i corsisti avranno competenze tecniche agronomiche, conoscenze manageriali, di mercato, ambientali e sociali, tutte caratteristiche richieste dal mercato del lavoro locale.

Per alcuni corsi sono già aperte le iscrizioni, alcune chiudono già in questi giorni, e per gli altri si apriranno entro il mese di marzo. Per tutti i dettagli e le locandine si rimanda alla pagina ufficiale dedicata.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 201.618 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner