Sicilia, accordo Regione - UniCredit da 50 milioni

Sottoscritto ieri a Palermo, finanzierà con Agribond 2 le piccole e medie imprese agricole siciliane con la garanzia di Ismea

Mimmo Pelagalli di Mimmo Pelagalli

Questo articolo è stato pubblicato oltre 3 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

malandrino-e-cracolici-accordo-siciliaunicredit24lug2017unicredit.jpg

Malandrino, manager Unicredit, e l'assessore all'agricoltura siciliano Cracolici firmano l'intesa
Fonte foto: © UniCredit

Unicredit e assessorato all’Agricoltura della Regione Siciliana hanno siglato ieri, 24 luglio 2017, a Palermo un protocollo d’intesa per favorire la crescita e lo sviluppo del settore agricolo.
L’accordo prevede lo stanziamento da parte di Unicredit di 50 milioni di euro per Agribond 2, un finanziamento di tipo tranched cover coperto da garanzia di portafoglio rilasciata da Ismea e riservato alle micro, piccole e medie imprese agricole siciliane.

A firmare l'accordo sono stati l'assessore all'agricoltura della Regione Siciliana, Antonello Cracolici, e il regional manager per la Sicilia di Unicredit, Salvatore Malandrino.

Con Agribond 2 sarà possibile finanziare la realizzazione di opere di miglioramento fondiario; gli interventi per la ricerca, la sperimentazione, l'innovazione tecnologica, la valorizzazione dei prodotti e la produzione di energia rinnovabile; la costruzione, l’acquisizione o il miglioramento di beni immobili per lo svolgimento delle attività agricole e di quelle connesse; l’acquisto di bestiame, nuove macchine e attrezzature.

Il prestito è suscettibile di implementazione nel contributo in conto interessi previsto dalle norme del Programma di sviluppo rurale Sicilia 2014/2020.

"Favorire l’accesso al credito per gli investimenti delle aziende agricole siciliane rappresenta una delle priorità portate avanti in questi mesi dall’Assessorato Agricoltura." ha dichiarato l’assessore regionale all’Agricoltura Antonello Cracolici.

"Questo accordo da 50 milioni di euro, rappresenta uno strumento importantissimo per promuovere crescita economica e nuovi posti di lavoro nel settore agricolo in Sicilia. Stiamo lavorando per incoraggiare da una parte l’offerta di pacchetti finanziari innovativi per stimolare lo sviluppo di nuovi progetti di impresa anche per giovani e start up e dall’altra per avviare processi di semplificazione burocratica nel rapporto delle imprese con gli istituti di credito e con la pubblica amministrazione" ha aggiunto Cracolici.
 
L'assessore siciliano ha inoltre ricordato: "In meno di un anno abbiamo messo a bando più di 1 miliardo di fondi Ue del Psr, per dare al nostro comparto agricolo la possibilità di cogliere a pieno tutte le opportunità offerte dalla programmazione europea sull’Agricoltura. Stiamo dando risposte concrete al tessuto economico siciliano: l’obiettivo è quello di rafforzare la competitività delle nostre aziende".

"L’agroalimentare è uno dei settori di eccellenza in Sicilia e le imprese del settore hanno mostrato una buona vitalità, sfruttando la leva dell’internazionalizzazione per rilanciare la propria competitività, come dimostrato anche dagli ultimi dati sulle esportazioni. che sono in crescita" ha affermato Salvatore Malandrino.

"Il nostro obiettivo - ha concluso Malandrino - è quello di fornire al settore agricolo tutti gli strumenti necessari perché gli imprenditori locali del settore possano cogliere appieno le opportunità offerte daimercati nazionali ed internazionali".

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 260.591 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner