Psr Sardegna, 19,7 milioni per le indennità compensative

A giorni Agea dovrebbe decretare una seconda tranche di pagamenti con il sistema automatizzato. In arrivo anche il saldo per il benessere animale

Mimmo Pelagalli di Mimmo Pelagalli

Questo articolo è stato pubblicato oltre 3 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

campi-campo-paesaggio-agricolo-collina-agricoltura-veduta-dall-alto-campagna-fattoria-azienda-agricola-aziende-agricole-by-claudio-colombo-fotolia-1000x669.jpg

Con i pagamenti in atto la Sardegna si attesta tra le prime regioni d'Italia quanto ad utilizzo dei fondi del Psr 2014-2020
Fonte foto: © Claudio colombo - Fotolia

La Regione Sardegna si avvia alla normalità nei pagamenti dell’Agenzia per le erogazioni in agricoltura in conto Programma di sviluppo rurale 2014-2020. Sono in corso di erogazione 18,7 milioni di euro sulle indennità compensative, un capitolo importante del Psr della Sardegna. Nei prossimi giorni è atteso un nuovo decreto di Agea - sempre sulle indennità compensative - ed il saldo per il benessere animale.
 
Ai primi di agosto è stato decretato da Agea il pagamento con meccanismi automatizzati del primo lotto di domande volte a richiedere l'aiuto per indennità compensative relative all’annualità 2015.
 
"È una buona notizia per le aziende sarde – ha commentato l’assessore regionale dell’Agricoltura, Elisabetta Falchi, che ha sottolineato come  – in totale, con questo decreto è stato disposto il pagamento di 8.397 domande per un importo pari a 19 milioni 751mila e 717 euro. Sono in fase di completamento, tra l’altro, i controlli propedeutici al pagamento automatizzato delle restanti domande che porteranno a breve all’approvazione di un ulteriore decreto dell’organismo pagatore nazionale”.
 
Complessivamente, a fine luglio, ammontavano a 83,3 milioni di euro i pagamenti già effettuati a valere sul Psr 2014-2020 nei primi sette mesi del 2016. Con il 6,35% di spesa già realizzata sul Psr 2014-2020, la Sardegna si conferma tra le regioni italiane che registrano le migliori performances di spesa sullo sviluppo rurale.
 
A settembre, subito dopo la scadenze del periodo d’impegno, potrà essere liquidato il saldo per le domande relative al miglioramento del benessere degli animali. Sfruttando la finestra temporale stabilita dalla normativa comunitaria, tra ottobre e novembre sarà possibile liquidare anche l’anticipazione del 75% degli aiuti relativi alle domande presente nello scorso mese di giugno 2016 sulle misure agro-ambientali e sull’agricoltura biologica, assicurando, in tal modo, un’importante iniezione di liquidità al comparto agro-zootecnico regionale.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Regione Sardegna

Autore:

Tag: sostenibilità sviluppo rurale pagamenti diretti bandi Psr

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 209.481 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner