Maltempo, "Il conto sarà salatissimo"

Proseguono le violente piogge su gran parte del Paese. La Cia: "Impossibile fare ora la conta dei danni ma si stimano perdite per diversi milioni di euro"

Questo articolo è stato pubblicato oltre 5 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

grandine-maltempo-by-georgeion88-fotolia-750.jpeg

La grandine ha colpito l’ortofrutta estiva e il grano duro, soprattutto a Sud
Fonte foto: © georgeion88 - Fotolia.com

Non si placano le violente piogge: il maltempo imperversa nelle campagne e aumentano, giorno dopo giorno, danni e disagi.

Dal centro Italia fino alla Puglia, migliaia di ettari di terreno sono sott’acqua o ridotti a un cumulo di fango, ci sono magazzini allagati e macchinari in panne e sale l’allarme per le condizioni dell’ortofrutta estiva e del grano duro, soprattutto a Sud, dove la grandine rischia di compromettere la produzione alla vigilia della raccolta e la pioggia torrenziale può pregiudicarne la qualità. In Salento, in alcune aree particolarmente vocate come Salice salentino e Carmiano, l’uva da vino è stata interamente spazzata via dalla grandine e dalle violente precipitazioni. In Campania ettari ed ettari di pomodoro a rischio, nel casertano.

Lo afferma la Cia - Confederazione italiana agricoltori, spiegando che le perdite crescono di ora in ora e per questo è impossibile fornire una stima attendibile delle perdite, ma si tratterebbe già di diversi milioni di euro.

"A scontare gli effetti degli allagamenti, sono le colture in campo aperto - sottolinea la Cia - mentre la grandine e violenti i temporali stanno colpendo gli alberi da frutta, si rischia di perdere più del 10 per cento del prodotto".

Il maltempo sta creando grandi problemi alla viabilità. Bloccati, in alcuni casi, la logistica e i trasporti legati alle attività aziendali: in difficoltà la distribuzione dei prodotti, soprattutto quelli freschi, e l’approvvigionamento di mangimi e concimi.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 209.949 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner