E'BIO: XVI° Congresso mondiale del biologico

Modena, 16-20 giugno 2008

Questo articolo è stato pubblicato oltre 11 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

congresso-biologico-modena.JPG
Il 16° Congresso mondiale Ifoam dell’Agricoltura Biologica si svolge ogni tre anni e rappresenta il momento di maggiore importanza e interesse per tutti i movimenti dell’agricoltura biologica, per i produttori, per i ricercatori, per coloro che vivono la filosofia del biologico. Si svolge nell’arco di una settimana (dal 16 al 20 giugno 2008) ed è seguito dall’assemblea dei soci Ifoam (dal 22 al 24 giugno 2008). Il Congresso accoglie le più recenti novità sul fronte della ricerca, della sperimentazione scientifica e delle politiche di sviluppo dell’agricoltura biologica, grazie all’apporto e al contributo di relatori e ricercatori provenienti da tutto il mondo. Rappresenta anche un’opportunità unica di scambio di buone prassi tra produttori provenienti da realtà territoriali diverse e allo stesso tempo è occasione per sottolineare modalità sostenibili per avviare forme di sviluppo dei paesi più poveri. Il titolo del 16° Congresso Mondiale Ifoam dell’Agricoltura Biologica è ‘Cultivate the Future’, per sottolineare l’importanza del contributo dell’agricoltura biologica nel garantire alle prossime generazioni un ambiente sano, equo, giusto in cui vivere armoniosamente nel rispetto dell’individuo e della terra. Ricercatori, studiosi e produttori dialogheranno quindi intorno alle tematiche rappresentate dai 4 pilastri del biologico che esprimono il contributo che l’agricoltura biologica può dare al pianeta e sono al tempo stesso una ‘visione’ dello sviluppo agricolo in un contesto di carattere globale: heath (salute), ecology (ecologia), fairness (equità) e care (responsabilità).
Per il programma completo dell'evento, cliccare QUI.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 196.123 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner