Accedi Registrati Non ricordi la password? ?  
30 anni di Image Line
Una Mano per i Bambini

Autorizzazione in deroga per Verimark 2018

Efficace contro numerosi fitofagi, il prodotto di FMC ha ricevuto autorizzazione in deroga per situazioni di emergenza contro gli aleurodidi. Grande l'attesa per la registrazione definitiva dell'insetticida a base di Cyazypyr

Info aziende
aleurodidi-foglia-pomodoro-by-floki-adobe-stock-750.jpeg

Aleurodidi su una foglia di pomodoro
Fonte foto: © Floki - Adobe Stock

C'è sempre più bisogno di formulati efficaci contro gli aleurodidi. Proprio in tal senso si propone Cyazypyr, nome registrato della sostanza attiva cyantraniliprole, un nuovo insetticida cross-spectrum appartenente alla famiglia chimica delle antranilammidi.

Classificato nel gruppo 28 IRAC, esercita la propria azione sui recettori rianodinici delle fibre muscolari degli insetti. Ciò interferisce con il metabolismo degli ioni calcio nei muscoli lisci e striati, portando quindi l'insetto a morte per paralisi. Cyazypyr risulta efficace sui parassiti ad apparato boccale pungente succhiante, come afidi e aleurodidi, ma anche tripidi, pur controllando anche insetti ad apparato masticatore come coleotteri e lepidotteri.

Caratterizzato da un profilo tossicologico ed ecotossicologico favorevole, Cyazypyr è dotato di ampio spettro d’azione, mostrando spiccata attività biologica nei confronti di numerosi parassiti, tra cui l’afide del cotone e delle cucurbitacee, Aphis gossypii. Tra gli afidi delle cucurbitacee, A. gossypii appare infatti una delle specie più diffuse e dannose per le colture orticole.
 
Adulto di Bemisia
Adulto di Bemisia Tabaci

Nel 2018 è stata concessa l'autorizzazione in deroga per situazioni di emergenza fitosanitaria a favore di Verimark 2018, formulato di FMC ideale per le applicazioni radicali tramite manichetta per la fertirrigazione. Cyazypyr presenta infatti elevata solubilità e sistemia nelle piante.

In Italia Verimark 2018 può, per ora, essere impiegato dal 10 ottobre al 29 dicembre 2018 contro gli aleurodidi Bemisia tabaci e Trialeurodes vaporariorum su pomodoro, peperone, zucchino, melone e cetriolo, per un massimo di due applicazioni da ripetersi a distanza di sette-dieci giorni.

Si auspica in futuro una veloce registrazione definitiva.