Psr Umbria, il bando per i pagamenti nelle zone montane

A disposizione sette milioni di euro per i contributi compensativi per le aziende di montagna. Scadenza il 17 maggio 2021, all'interno il link al bando

monte-subasio-campagna-umbria-by-zyance-wikipedia-jpg.jpg

Paesaggio agrario sul monte Subasio, in Umbria il bando per le aziende di montagna
Fonte foto: Zyance - Wikipedia

E' ancora aperto in Umbria il bando per i pagamenti compensativi per le zone montane del 2021, che è stato attivato sulla sottomisura 13.1.1 del Psr, con una disponibilità totale di sette milioni di euro.

L'obiettivo è quello di fornire dei contributi per compensare la minor produttività e i maggiori costi di produzione delle aree montane, e prevenire l'abbandono di queste zone o la cessazione delle attività agricole, attività importanti sia per il presidio del territorio che per il loro valore paesaggistico.

Possono partecipare al bando come beneficiari gli agricoltori in attività che coltivano superfici in zone classificate come montane in tutto il territorio dell'Umbria.

Il bando offre dei contributi a superficie che variano a seconda del tipo di azienda (se zootecniche o no) e della pendenza dei terreni e dell'altitudine a cui sono.

Sono considerate aziende zootecniche quelle che hanno un carico di bestiame di almeno 0,5 Uba per ettaro di Sau aziendale.

Nel dettaglio per le aziende zootecniche:
con pendenza media minore o uguale al 20%
  • 366 euro/ettaro se con un'altitudine media minore o uguale a 600 m;
  • 450 euro/ettaro se con un'altitudine media maggiore a 600 m.
con pendenza media maggiore al 20%
  • 450 euro/ettaro se con un'altitudine media minore o uguale a 600 m;
  • 450 euro/ettaro se con un'altitudine media maggiore a 600 m.

Per le altre aziende, che non praticano l'allevamento:
con pendenza media minore o uguale al 20%
  • 240 euro/ettaro se con un'altitudine media minore o uguale a 600 m;
  • 269 euro/ettaro se con un'altitudine media maggiore a 600 m.
con pendenza media maggiore al 20%
  • 258 euro/ettaro se con un'altitudine media minore o uguale a 600 m;
  • 316 euro/ettaro se con un'altitudine media maggiore a 600 m.
Gli agricoltori che riceveranno i contributi dovranno mantenere le coltivazioni e, nel caso di aziende zootecniche l'allevamento, per almeno un anno.

Le domande devono essere inviate ad Agea tramite il portale Sian entro il 17 maggio 2021. Per maggiori informazioni e dettagli si rimanda alla pagina ufficiale del bando.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 268.477 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner