Mezzogiorno, Futuridea vara il nuovo comitato scientifico

Ne dà notizia da Benevento l'ente di ricerca. Il gruppo è composto da 31 componenti: ci sono docenti e ricercatori delle principali università e centri di ricerca della Campania: dall'Università del Sannio all'Enea, dalla Federico II di Napoli al Cnr

Mimmo Pelagalli di Mimmo Pelagalli

drone-droni-agricoltura-precisione-by-alexander-kolomietz-fotolia-750.jpg

Nel comitato inseriti ben cinque agronomi e quattro architetti del paesaggio rurale
Fonte foto: © Alexander Kolomietz Fotolia

Futuridea, l'associazione presiduta da Carmine Nardone, nata nel 2008 a Benevento sui temi della innovazione e dello sviluppo sostenibile, che guarda con particolare attenzione a ricerca innovazione in agricoltura, e che si prepara a diventare una fondazione, si è dotata del  nuovo Comitato scientifico. Ne fanno parte 31 tra docenti, ricercatori e professionisti, impegnati da anni sulle materie strategiche alle quali lavora Futuridea: bioarchitettura, agricoltura smart e sostenibile, innovazione sociale, paesaggio, ecoenergia, soft computing. Lo ha comunicato l'associazione Futuridea con una nota diffusa alla stampa.

Fanno parte del Comitato docenti e ricercatori dell'Università degli Studi del Sannio, quali il prorettore Massimo Squillante, Rossella Del Prete, Luigi Glielmo, Salvatore Rampone, Ettore Varricchio, Francesco Vespasiano. Nutrita anche la pattuglia di ricercatori del Consiglio nazionale per le ricerche: Antonio Paolo Leone (Isafom), Mario Malinconico (Ipcb), Pasquale Mormile (Isasi) e Marina Piccirillo (Icar).

Entrano nel nuovo comitato Francesco Calvanese e Grazia Moffa dell’Università di Salerno, Rossana Maglione (Futuridea), Rosanna Filosa (Università Luigi Vanvitelli di Caserta), Francesco Saverio Coppola (Università Parthenope di Napoli), Astolfo Zoina (Università degli Studi Federico II di Napoli) e Carmine Mongiello (Enea).

Il Comitato è stato integrato con una folta rappresentanza di agronomi, viste le numerose iniziative di ricerca nel settore primario: Imma Florio, Antonio Castellucci, Antonio Di Gennaro, Italo Santangelo, Maria Luisa Varricchio. Per gli aspetti di cura del paesaggio rurale sono stati scelti gli architetti Melania Cermola, Mario Festa, Nazzareno Iarrusso, Antonio Iadicicco.

Infine sono stati inseriti i professionisti Claudio Melillo, sannita attivo da anni a Milano, Mario Pedicini, giornalista e già provveditore agli studi, che si occuperà di divulgazione scientifica, Anna Zollo, Silvio Baccari e Francesco Liucci, manager sannita operante da anni nel Regno Unito dopo essersi formato a Oxford.

"La riorganizzazione del Comitato scientifico si è resa indispensabile alla luce dei tanti progetti in cui è coinvolta Futuridea e delle tante partnership istituzionali attivate" è scritto nella nota. Inoltre la formalizzazione del nuovo Comitato è il primo step della riorganizzazione di Futuridea, che per diventare fondazione attende il compiersi della riforma del terzo settore.

La riorganizzazione di Futuridea infine, riconosciuta dal ministero per l’Istruzione e la ricerca scientifica come Ente di ricerca, seguirà i numerosi traguardi raggiunti in questi dieci anni, e sarà propedeutica ad una nuova fase di programmazione e divulgazione scientifica, nonché di impegno culturale per una nuova governance territoriale delle aree interne.

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Futuridea

Autore:

Tag: innovazione ricerca agricoltura di precisione sostenibilità nomine

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 203.169 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner