Psr Umbria, più acqua ai pascoli

Stanziati 4 milioni per migliorare l'approvvigionamento idrico per zone di pascolamento pubbliche e collettive

Questo articolo è stato pubblicato oltre 2 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

allevamento-bovini-pascolo-by-matteo-giusti-agronotizie-jpg.jpg

Pascoli, l'Umbria stanzia 4 milioni per migliorarne l'approvvigionamento idrico
Fonte foto: © Matteo Giusti - AgroNotizie

La Regione Umbria, su proposta dell'assessore all'Agricoltura Fernanda Cecchini, ha stanziato 4 milioni di euro per questa e la prossima annualità da destinare al miglioramento dell'approvvigionamento idrico nei territori destinati a pascolo.

Una decisione che come ha dichiarato Fernanda Cecchini è importante per mitigare gli effetti della siccità e della straordinaria calura di questi mesi, guardando soprattutto al futuro, con azioni che vadano oltre l'emergenza attuale.

I pascoli, infatti, hanno particolarmente risentito della carenza di piogge, come ha precisato l'assessore, anche se un quadro preciso della situazione si potrà fare solo nelle prossime settimane, perché sono ancora in corso le segnalazioni dei danni arrecati dalle condizioni climatiche avverse alle produzioni agricole e alla zootecnia, nell'ambito della procedura per la richiesta del riconoscimento di calamità naturale.

Con questo intervento saranno sostenuti gli investimenti per migliorare la fruibilità dei pascoli di proprietà pubblica o collettiva nelle aree collinari e montante, investimenti che andranno quindi a beneficio delle aziende agricole ma anche dell'ambiente e del paesaggio.

I contributi previsti saranno concessi in forma di sovvenzione a fondo perduto pari al 100% della spesa ammissibile.

Allo stesso tempo, ha sottolineato Fernanda Cecchini, è stato attivato uno degli strumenti previsti dalla programmazione della regione a valere sul fondo europeo di sviluppo agricolo approvato negli anni scorsi, con cui ora interverremo per fronteggiare nuove emergenze che vedrà come beneficiario l'Agenzia forestale regionale.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 207.667 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner