Pac 2020, approvata la dichiarazione sul lavoro dipendente dell'Effat

Lo comunicano congiuntamente i sindacati Fai-Cisl, Flai-Cgil e Uila-Uil

Questo articolo è stato pubblicato oltre 8 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

logo-Effat.jpg

"L'assemblea generale del settore agricolo dell'Effat, European federation of food, agriculture and tourism trade unions, riunita a Dubrovnik, ha approvato una dichiarazione nella quale si chiede che il lavoro dipendente venga messo al centro della futura riforma della Pac verso il 2020 e sia preso come criterio da utilizzare nella ripartizione dei futuri aiuti comunitari". 

Fai-Cisl, Flai-Cgil e Uila-Uil in un comunicato congiunto, diffuso dalla Uila, sottolineano "l'importanza del documento approvato ed esprimono soddisfazione per l'unanime consenso ottenuto intorno alla proposta di dichiarazione elaborata proprio dai sindacati italiani".

"Il documento approvato - spiegano i sindacati - riprende un principio già contenuto nella dichiarazione Effat di Almeria del marzo 2010: le future sovvenzioni Pac debbono essere associate all'entità della forza lavoro per ciascuna azienda, anziché alla loro superficie". 

"Si chiede inoltre - concludono - l'adozione di misure per sviluppare la formazione e la riqualificazione professionale e di misure specifiche finalizzate a salvaguardare la salute dei lavoratori e ad aumentare la sicurezza sui posti di lavoro, anche attraverso la prevenzione".

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 185.640 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner