Rodibait, l'esca talpicida pronta all'uso

Ital-Agro propone un prodotto adatto ai terreni agricoli e ai tappeti erbosi in grado di controllare i danni provocati dalle talpe

Questo articolo è stato pubblicato oltre 10 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

RODIBAIT-talpicida-ital-agro-esca.jpg

Rodibait, agrofarmaco formulato come esca pronta all'impiego a base di Bromadiolone

Le talpe sono mammiferi insettivori dalle abitudini sotterranee, assidue scavatrici e costruttrici di lunghe gallerie. Si nutrono di lombrichi, larve di insetti e piccoli anfibi.
Pur essendo animali utili, perché si nutrono anche di insetti dannosi presenti nel terreno, causano spesso inconvenienti, soprattutto nei tappeti erbosi, per il danno meccanico provocato alle piante con la costruzione di gallerie e per i mucchi di terra portati in superficie.

Per la lotta alle talpe Ital-Agro propone Rodibait, agrofarmaco formulato come esca pronta all'impiego a base di Bromadiolone (unica sostanza attiva attualmente autorizzata all'impiego in agricoltura).

Per ottenere efficaci risultati le esche vanno posizionate correttamente all'interno delle gallerie. E' pertanto necessario praticare dei fori in prossimità di ogni cumulo di terra con un punteruolo di legno e inserire nei buchi delle gallerie intercettate circa 10 grammi di prodotto per foro. Terminata l'operazione, tutti i cumuli di terra vanno eliminati con un rastrello per favorire il successivo monitoraggio dell'intensità dell'infestazione.

Il trattamento va ripetuto dopo circa una settimana e comunque non appena emerga la presenza di nuove colonizzazioni.
L'efficacia del prodotto si noterà qualche giorno dopo la deposizione dell'esca.

In conformità con quanto previsto dall'Ordinanza ministeriale del 18.12.2008, Rodibait contiene una sostanza amaricante che riduce il rischio di ingestione accidentale da parte di animali non bersaglio e bambini.

 
 

Fonte: Ital-Agro

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 203.635 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner