Lotta all'illegalità, l'intervento di Verde Bio

L'azienda di Montebelluna fornisce alcune precisazioni in merito alla vicenda 'Titus' e al comunicato a firma di DuPont Crop Protection

Contenuto promosso da Verde-Bio s.r.l.
Questo articolo è stato pubblicato oltre 8 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

verdebio.jpg

Verde Bio srl

Lotta all'illegalità: in merito alla comunicazione della società DuPont Crop Protection, di seguito riportiamo l'intervento dell'azienda Verde Bio.

"AI fine di dare agli operatori del settore un'informazione corretta e completa, Verde bio s.r.l. intende fornire alcune precisazioni in relazione al comunicato stampa, datato marzo 2012, pubblicato nel proprio sito internet da Du Pont Crop Protection e all'articolo intitolato Somigliare non è uguale a essere pubblicato nel sito internet Agronotizie con data 15.03.2012 (fonte Du Pont).
Il Tribunale Penale di Trento, con riguardo all'importazione parallela del prodotto RIMBEL 25W6, ha escluso che si possa ascrivere a Verde bio s,r.l. e all'importatore qualsiasi attività contraffattiva.
Nella lettera prot. n. 03.04.2009-0017903 inviata dall'Istituto Superiore della Sanità ai NAS di Villorba, citata nei comunicati stampa suindicati, con riferimento al prodotto TITUS originale Du Pont si legge:

"Per dovere d'ufficio si segnala a codesto Comando NAS in indirizzo che l'esame del contenuto principio attivo per i due prodotti ha evidenziato che il contenuto dichiarato di principio attivo per entrambi (ndr. TITUS e RIMBEL 25 WG) non è conforme a quanto previsto dall'allegato IV, punto 2.7.2, sulla base dell'Art. 4 comma 1 punto a) del D.L.vo ti. 194 del 17.03.1995" .

Con riguardo al TITUS, la medesima comunicazione dell'istituto Superiore della Sanità così prosegue:

"E' bene porre in evidenza che sulla base delle specifiche FAO il contenuto di principio attivo per un formulato WG con contenuto dichiarato del 25% deve essere compreso nell'intervallo di tolleranza del + 6% ossia compreso tra 23.5 e 26.5%. / L'analisi del prodotto ha evidenziato che il contenuto di principio attivo non è conforme alle specifiche FAO, il contenuto medio di due determinazioni è risultato essere 29.0%".

Pertanto io stesso prodotto TITUS originale Du Pont è risultato essere non conforme.
Verde bio s.r.l. ha acquistato li TITUS esclusivamente attraverso canali uffician, come risulta dalla relativa documentazione fiscale.
Appare evidente che se il prodotto TITUS DIA Pont fosse un prodotto non conforme, chi lo immetta in commercio non può che immettere in commercio un prodotto non conforme.
Verde bio sci. impugnerà nelle sedi di rito la pronuncia del Tribunale di Venezia cui fa riferimento Du Pont, di segno contrario a quanto appurato dal Tribunale Penale di Trento.

Si evidenzia che Verde bio s.r.l. da tempo non intrattiene più alcun rapporto con Genetti Gmbh, che i fatti relativi al RIMBEL 25 WG si sono svolti nel 2006, quindi sei anni fa, e che da allora il prodotto in considerazione non è più stato oggetto di importazione né lo sarà in futuro, visto e considerato che la relativa registrazione è nel frattempo andata perenta".

 

Comunicato stampa Verde Bio
 

Fonte: Verde Bio srl

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 253.405 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner