MAKHTESHIM-AGAN INDUSTRIES HA ACQUISITO ALTRI PRODOTTI BAYER

Nell’ambito di una ulteriore espansione sul territorio europeo

Sono cinque i prodotti Bayer per la difesa delle piante che la Società israeliana potrà distribuire dopo l’approvazione da parte della Comunità europea

Questo articolo è stato pubblicato oltre 18 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, leggi le ultime novità di Adama Italia.

logo_3makpic.jpg

Makhteshim-Agan Industries ha di recente concluso un accordo con Bayer CropScience in base al quale l'azienda israeliana potrà distribuire altri cinque prodotti per la difesa delle piante.
L’operazione deve ora essere approvata dalla Comunità europea e dalle autorità Antitrust nazionali.

Questi i cinque formulati in questione:

-         Ciflutrin (marchio Bayteroid) insetticida piretroide registrato su diverse colture estensive, frutticole e orticole;

-          Beta-Ciflutrin (in corso di registrazione in Italia) insetticida piretroide;

-         Ossidemeton metile (marchio Metasystox R) insetticida organofosforico registrato su diverse colture frutticole e orticole;

-         Fenamifos (marchio Nemacur) insetticida-nematocida organofosforico per la difesa di tutte le colture sensibili ai nematodi;

-         Linuron (marchio Afalon D) erbicida registrato per il controllo delle infestanti di numerose colture estensive ed orticole.

L’accordo tra le due potenti aziende prevede inoltre, per Ciflutrin e Fenamifos, l’acquisizione dei diritti per lo sviluppo di tutte le miscele con Imidacloprid, insetticida leader assoluto di mercato in tutti i Paesi europei.

I cinque prodotti, nel corso del 2001, hanno fatturato qualcosa come 36 milioni di euro; il costo dell’intera operazione, scorte di magazzino incluse, ammonta a 52 milioni di euro.

Questa ulteriore operazione finanziaria rappresenta per Makhteshim-Agan la possibilità di espandere la sua attività sull’intero territorio europeo attraverso la vendita diretta dei prodotti fitosanitari.

 

Per informazioni: Makhteshim-Agan Italia – Bergamo – tel. 035/243360 – fax 035/249590

Fonte: Agronotizie