Fondo grano duro: aiuti alla filiera cerealicola

Sostenere l'aggregazione e l'organizzazione economica dei produttori e dell'intera filiera produttiva. A cura di CICA Bologna, Assistenza tecnica e servizi per lo sviluppo delle imprese

231 Academy CICA Bologna di 231 Academy CICA Bologna

grano-duro-frumento-spighe-spiga-by-roberto-m-adobe-stock-750x541.jpeg

Le modalità di presentazione delle domande sono in corso di definizione da parte di Agea (Foto di archivio)
Fonte foto: © RobertoM - Adobe Stock

Il ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali ha approvato il decreto di ripartizione delle risorse del "Fondo grano duro" di cui all'articolo 23-bis del dl n. 113/16, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 160/2016.

L'aiuto mira a sostenere l'aggregazione e l'organizzazione economica dei produttori di grano duro e dell'intera filiera produttiva e favorire le ricadute positive sulle produzioni agricole, valorizzare i contratti di filiera nel comparto cerealicolo, migliorare e valorizzare la qualità del grano duro attraverso l'uso di sementi certificate nonché favorire investimenti per la tracciabilità e la certificazione della qualità del grano duro.

Alle imprese agricole che abbiano già sottoscritto contratti di filiera di durata almeno triennale entro il 31 dicembre dell'anno precedente alla scadenza della domanda di contributo, è concesso un aiuto di 100 euro per ogni ettaro coltivato a grano duro nel periodo autunno-inverno dell'annualità precedente alla domanda di contributo, oggetto del contratto.

Le modalità di presentazione delle domande per il riconoscimento dell'aiuto sono in corso di definizione da parte di Agea, gestore dell'intervento.


Assistenza tecnica e servizi per lo sviluppo delle imprese 
nei seguenti settori
Agricoltura
 Progettazione e Sviluppo 
Finanziamenti pubblici agevolati
Organizzazione Aziendale
Energie Rinnovabili
Sito internet:  www.cicabo.it

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: C.I.C.A. Bologna

Autore:

Tag: cerealicoltura leggi e decreti filiera

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 234.314 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner