Luci accese su Maf e Momevi

Manca meno di una settimana al doppio appuntamento che dal 23 al 25 marzo 2018 vedrà l'agricoltura protagonista a Faenza

Giulia Romualdi di Giulia Romualdi

conferenza-presentazione-momevi-2018-mar-2018-faenza-fonte-giulia-romualdi.jpg

Un momento della conferenza stampa che si è svolta presso il Comune di Faenza lo scorso 15 marzo
Fonte foto: Giulia Romualdi - AgroNotizie

"Stiamo ricreando un'identità della Mostra meccanizzazione vitivinicoltura e della Mostra agricoltura Faenza. Quello che abbiamo sempre fatto e che continuiamo a fare è ravvicinare tutte le realtà: cooperative, contoterzisti ed associazioni".
Così Claudia Lugli, della direzione organizzativa Maf Momevi - Blu Nautilus, nel corso della conferenza stampa di presentazione della doppia rassegna che si svolgerà dal 23 al 25 marzo prossimi a Faenza.

Organizzato da Fiera di Faenza e Polo di Tebano, con il patrocinio del Comune di Faenza, della Provincia di Ravenna, della Regione Emilia Romagna e del Mipaaf, con il main sponsor della Bcc ravennate, forlivese ed imolese, l'appuntamento ha infatti una lunga storia alle spalle, ma è sempre più proiettato verso il futuro: le tematiche che faranno da fil rouge della tre giorni saranno l'innovazione e la sostenibilità.

Presente alla conferenza anche Giovanni Carapia di Terre Naldi, il quale ha affermato: "Il nostro apporto è in termini di aiuto nel confezionamento dei temi che si vanno ad affrontare. Avere a disposizione professori dell'Università ci permette di fare un salto di qualità".
"Come Terre Naldi - ha aggiunto - abbiamo la missione di contribuire allo sviluppo di ciò che gira attorno al mondo agricolo".

Saranno circa cento gli espositori provenienti da tutta Italia: i principali costruttori e distributori di macchine agricole e attrezzature presenteranno le più importanti novità, insieme a vivaismo, servizi e tecnologie per frutteto, vigneto e campi.

Accanto alla parte espositiva, la tre giorni propone anche un ricco programma di convegni presentato da alcuni dei suoi protagonisti nel corso della conferenza.
Si inizia venerdì mattina alle ore 11.00 con "Innovazione e agricoltura: a scuola di futuro con AgroInnovation EDU e Mech@griJobs", l'incontro dedicato alle scuole organizzato da Image Line e Unacma che, come rende noto Claudia Lugli, ha già 150 ragazzi accreditati. Si parlerà delle tecnologie che stanno innovando l'agricoltura italiana e delle opportunità che il digitale mette a disposizione degli studenti.

Altro tema cardine è la sostenibilità della filiera vitivinicola, nell'incontro di venerdì pomeriggio promosso dal Polo di Tebano insieme al Crea che mette a confronto numerosi esperti. Sul punto è intervenuta Giuseppina Parpinello del dipartimento di Scienze e tecnologie agro-alimentari dell'Università di Bologna.
"La sostenibilità - ha affermato - è un tema attuale. Quest'anno vogliamo affrontare il suo aspetto economico: verrà esaminata attraverso la lente della certificazione, del marketing e della percezione del vino sostenibile da parte dei consumatori. Spazio anche all'intervento di Nomisma che sarà mirato all'impatto che i prodotti sostenibili hanno sul mercato estero".

La giornata si concluderà con l'incontro "Trattori e Rimorchi agricoli. Nuove omologazioni stradali - Mother Regulation" a cura di Unacma e Federunacoma, a seguito delle novità introdotte dalla normativa europea su questi mezzi.

"Coinvolgere gli attori della filiera dell'olio. Se è vero che tante filiere sono in crisi, quella dell'olio sta vivendo un momento confusionario di crescita: bisogna capire come si svilupperà il comparto nei prossimi anni". Queste le parole dell'agronomo ed oleologo Franco Spada nel presentare il convegno "Olivo, Olio e Salute" in programma sabato mattina.
Giovanni Nigro del Crpv, responsabile filiera vitivinicola ed olivo-oleicola, si è allacciato proprio all'intervento di Spada per precisare che la sua relazione riguarderà il recupero, la salvaguardia e la valorizzazione della biodiversità.

A seguire, alle ore 14.30, l'incontro con Image Line su QdC® - Quaderno di Campagna, il corso per compilarlo in cinque mosse.

Non solo convegni, però, perché "la fiera è anche un momento di festa, rimangono incontri per le famiglie e per chi ama la vita in campagna" come ha affermato Claudia Lugli ricordando i laboratori e le tante iniziative organizzate.

Non meno importante, la quarta mostra zootecnica di bovini, suini, cavalli, asini, ovini, pollame e conigli organizzata dall'Associazione regionale allevatori Emilia Romagna (Ararer). Saranno più di 150 i capi presentati e una dimostrazione di Sheepdog e Amico Cavallo.

Le conclusioni dell'incontro sono state affidate ad Antonio Bandini, assessore comunale alle Politiche agricole: "Faenza è molto orgogliosa e contenta" ha affermato. "Negli appuntamenti si centrano numerosi ed importanti argomenti, dall'innovazione alla sostenibilità, passando per il rapporto tra mondo pubblico e privato e per l'educazione dei ragazzi che vedono nell'appuntamento un assaggio di futuro".
 
Image Line sarà presente a Fiera Faenza al padiglione C

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: Agronotizie

Autore:

Tag: convegni innovazione giovani macchine agricole sostenibilità vitivinicoltura filiera zootecnia

Temi caldi: Momevi 2018

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 206.851 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner