Mercati: bene l'uva da tavola, stabili i cereali

17 novembre 2017. Prezzi e tendenze per ortofrutta e cereali dai mercati all'ingrosso e dalle borse merci

Questo articolo è stato pubblicato oltre 4 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

ortofrutta-cereali-mercati-duccio-caccioni-agronotizie-italia.jpg

Il mercato italiano del 17 novembre 2017

Ortofrutta

(produzione e mercati all’ingrosso italiani, venerdì 17 novembre 2017)
I prezzi della frutta alla produzione (Borsa Cciaa di Bologna) appaiono stabili.
Nei mercati all'ingrosso si è notato un buon tono di mercato per l'actinidia e l'uva da tavola (soprattutto se di buona qualità). Stabili le clementine.

Fra gli ortaggi in ribasso tutte le brassiche, le lattughe, le melanzane, i sedani. In alto poi in basso  le zucchine. Quotazioni stabili per pomodori e peperoni.   
 

Cereali e foraggi

(riunione Borsa merci Bologna, giovedì 16 novembre)
Lievissimo ribasso per i frumenti di forza e per la soia nazionale (-1 euro/tonnellata). Due euro/tonnellata in più per i frumenti comunitari. In calo il granoturco comunitario (-8 euro/tonnellata).

Per i cereali minori si nota il buon andamento dell'avena rossa e del favino. Sempre positivo il mercato dei cruscami.

Tendenziale ribasso per le farine di soia tostate franco arrivo. Ulteriore rialzo di 30 euro/tonnellata per il riso originario.

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 271.084 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner