Fantic® M, l'antiperonosporico a base di Kiralaxyl® per vite, pomodoro e patata

Da Isagro Italia il prodotto a base di Kiralaxyl, l'unica fenilammide con un doppio meccanismo di azione: curativo e preventivo

Questo articolo è stato pubblicato oltre 12 anni fa

Scopri tutte le notizie aggiornate sull'agricoltura, puoi trovarle con la ricerca articoli.

fantic m.jpg

Fantic M, antiperonosporico a base di Kiralaxyl

Fantic® M è l’antiperonosporico di Isagro Italia a base di Kiralaxyl® e Mancozeb, per una efficace protezione di vite, pomodoro e patata.
Kiralaxyl® è l’unica fenilammide con un doppio meccanismo di azione fungicida: il primo di tipo curativo, che determina l’inibizione della RNA-polimerasi del patogeno, il secondo contribuisce all’attività preventiva, colpendo la funzionalità delle membrane dei funghi e delle loro zoospore.
Questa sostanza attiva è dotata di alta attività a basse dosi, azione sistemica equilibrata ed elevata resistenza al dilavamento.

Le proprietà chimico-fisiche del Kiralaxyl®, unitamente all’azione di contatto del Mancozeb, conferiscono al Fantic® M diversi vantaggi:

· rapida penetrazione all’interno dei tessuti vegetali ed ottimale trasporto nei diversi organi verdi della pianta (foglie, grappoli, tralci), senza accumuli di prodotto verso le estremità (sistemia equlibrata);
· affinità con le cere cuticolari: una volta applicato, una parte del prodotto rimane sulle superfici vegetali costituendo una riserva di sostanza attiva non dilavabile, che migra progressivamente all’interno della pianta;
· spiccata selettività sulle colture trattate e sugli organismi no-target.

La sua classificazione tossicologica favorevole (Xi - irritante) permette l’utilizzo anche da parte degli operatori non provvisti di 'patentino'.

Fantic® M per la difesa della vite

Come sfruttare le peculiari caratteristiche di Fantic® M?

Per quanto riguarda la difesa della vite, i risultati mostrano che i trattamenti fondamentali per il controllo della Plasmopara viticola sono quelli effettuati nelle fasi di più attivo sviluppo vegetativo, fasi in cui la vite è maggiormente sensibile agli attacchi del patogeno. Si consiglia di effettuare il primo trattamento con Fantic® M poco prima dell'inizio della fioritura, facendone seguire altri due a distanza di 10-14 giorni.
Le condizioni climatiche che influenzano l’efficacia del trattamento antiperonosporico possono essere le più varie, come dimostrato anche nel recente passato.

Fantic® M, grazie alla sua caratteristica resistenza al dilavamento, garantisce un’efficace azione anche in seguito ad una pioggia che sopraggiunge 4-6 ore dopo il trattamento; pertanto non è sempre necessario ripetere l’applicazione, se piove dopo tale intervallo.

Come tutte le fenilammidi, esplica le migliori performance nei momenti di più attiva crescita: occorre fare attenzione ad abbassamenti di temperatura e piogge continuate che interferiscono sull’attività della pianta, per cui è fondamentale tarare la cadenza tra un trattamento ed il successivo.
Fantic® M non lascia residui nel vino ed il kiralaxyl (benalaxyl-m) è presente in tutti i disciplinari di produzione integrata.

Contro Phytophtora infestans su pomodoro e patata (unica fenilammide con mancozeb registrata) occorrerà privilegiare le applicazioni precoci, prima della chiusura delle file, se si è in presenza di alto rischio di malattia. Si consigliano tre applicazioni di Fantic® M, rispettando un intervallo tra i trattamenti di 8-10 giorni, considerando l’intervallo minore in caso di condizioni particolarmente favorevoli al patogeno.

Kiralaxyl® e Fantic® M sono marchi di Isagro Spa

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 277.177 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner