Sicilia, neve e gelo fanno danni da Palermo a Catania

Un'eccezionale ondata di maltempo, con temperature fuori stagione, il 23 marzo ha colpito sia la fascia settentrionale che quella meridionale del settore orientale dell'isola. Le organizzazioni agricole lamentano possibili danni a colture

Mimmo Pelagalli di Mimmo Pelagalli

grandine-by-matteo-giusti-agronotizie-jpg.jpg

La grandine ha colpito nel catanese con possibili danni agli agrumi mentre nel palermitano ha danneggiato ortaggi. La neve tra Nebrodi e Madonie si è accanita su fruttifere e cereali (Foto di archivio)
Fonte foto: Matteo Giusti - Agronotizie

La Sicilia nella giornata del 23 marzo è stata colpita da un'insolita ondata di maltempo che si è accanita sulla piana di Catania con grandinate e con nevicate e gelo sulle alture di Palermo nelle Nebrodi e su quelle del messinese delle Madonie, il tutto con possibili danni a colture. Un evento estremo per essere già primavera, che nella piana di Catania si associa ai recenti danni causati da un altro evento naturale di tutt'altra caratura: la ricaduta di cenere e lapilli dovuta all'eruzione dell'Etna, per altro ancora in corso.
 

Grandine sugli agrumeti etnei

Il presidente di Confagricoltura Catania Giovanni Selvaggi, a seguito dell'ondata di maltempo che ha colpito l'area etnea, ha lanciato un appello alle aziende ed in particolare ai produttori agrumicoli affinché segnalino i danni al più presto.necessario segnalare i danni subiti affinché possiamo farci immediatamente portavoce dell'esigenza di ristori immediati. Il settore è già in difficoltà a causa della chiusura prolungata del settore Horeca e del calo dei consumi dovuto anche ad un inverno mite. La finestra invernale di questi giorni avrebbe potuto portare un'impennata dei consumi degli agrumi ma, purtroppo, puntuali sono arrivati anche i danni da grandine".

"Ci auguriamo un intervento tempestivo considerato che solo dopo tre anni sono state pubblicate graduatorie alluvione 2018 con tagli fino al 95% dei risarcimenti richiesti - aggiunge Selvaggi che sottolinea -. Speriamo, inoltre, di trovare unità d'intenti dinanzi a delle richieste sacrosante per tutelare il settore: chiedere ristori e fare battaglie per la difesa dell'economia del territorio sono il fulcro della nostra attività in mezzo a questa congiuntura. Non è il momento di creare divisioni o linee di demarcazione tra chi tutela i legittimi interessi dei produttori".
 

Neve e gelo sull'Appennino siciliano

Temperature in picchiata e nevicate fino alle zone collinari hanno caratterizzato l'inizio della primavera su Madonie e Nebrodi. In particolare diverse zone della provincia di Palermo sono rimaste per due giorni sotto il manto bianco. Nella parte centrale della giornata del 23 marzo una vera e propria tormenta di neve ha investito Petralia Sottana, Gangi e Geraci Siculo formando diversi centimetri di coltre nevosa che ha creato difficoltà alla circolazione. In particolare a Gangi sono diventate impraticabili alcune strade verso i luoghi di lavoro creando disagi alle aziende agricole. Lo afferma in una nota Coldiretti.

"Gli sbalzi termici - aggiunge l'organizzazione - stanno determinando problemi agli alberi già fioriti mentre peggiora la situazione della viabilità interna ovunque in quanto con la pioggia le strade già impraticabili si trasformano in veri e propri fiumi. Questo freddo sta rallentando la vegetazione dei cereali e foraggere e crea disagi agli allevatori che hanno ridotto le scorte di fieno mentre la grandine dei giorni scorsi ha danneggiato anche gli ortaggi".
 

© AgroNotizie - riproduzione riservata

Fonte: AgroNotizie

Autore:

Tag: agrumi maltempo danni gelate

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 260.173 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner