Douja d'Or 2019: il concorso

Possono partecipare i viticoltori vinificatori in proprio, le cantine sociali, gli industriali del settore vinicolo, i commercianti del settore vinicolo. A cura di CICA Bologna, Assistenza tecnica e servizi per lo sviluppo delle imprese

231 Academy CICA Bologna di 231 Academy CICA Bologna

vino-bicchiere-uva-igor-normann-fotolia-750.jpeg

Scadenza 16 aprile prossimo
Fonte foto: © Igor Normann - Fotolia

La Camera di commercio, industria, artigianato ed agricoltura di Asti, tramite l'azienda speciale della Camera di commercio di Asti, per la promozione e per la regolazione del mercato, organizza il "47° Concorso enologico nazionale vini a Doc, a Docg e Igp - Premio Douja d'Or 2019", in scadenza il 16 aprile 2019.

Possono partecipare al concorso i viticoltori vinificatori in proprio, le cantine sociali, gli industriali del settore vinicolo, i commercianti del settore vinicolo.

Sono ammessi al concorso esclusivamente i vini a Denominazione di origine "controllata", "controllata e garantita" e ad "Indicazione geografica protetta", che accederanno a tre distinte graduatorie. È riservata inoltre una sezione speciale ai vini biologici.

Il "Premio Douja d'Or" viene attribuito dalle Commissioni dell'Onav solo ai vini che, in fase di degustazione, raggiungono almeno 87 punti su 100. I vini che alle selezioni raggiungono un punteggio superiore ai 92/100 vengono ulteriormente premiati da una speciale commissione di tecnici che, in relazione alle loro eccellenti caratteristiche qualitative, attribuisce loro il prestigioso riconoscimento dell'Oscar della Douja d'Or.

I vini premiati al "Concorso enologico nazionale Douja d'Or" possono fregiarsi del bollino "Premio Douja d'Or", distinzione autorizzata dal ministero delle Politiche agricole, alimentari e forestali.


Assistenza tecnica e servizi per lo sviluppo delle imprese 
nei seguenti settori
Agricoltura
 Progettazione e Sviluppo 
Finanziamenti pubblici agevolati
Organizzazione Aziendale
Energie Rinnovabili
Sito internet:  www.cicabo.it

Ti è piaciuto questo articolo?

Registrati gratis

alla newsletter di AgroNotizie
e ricevine altri

Unisciti ad altre 206.640 persone iscritte!

Leggi gratuitamente AgroNotizie grazie ai Partner